Airbag esterno: il futuro della sicurezza

In occasione dell’Airbag 2018 symposium di Mannheim, l’azienda tedesca ZF ha introdotto un’importante novità: un airbag laterale esterno per auto. Si tratta di una componente esterna in grado di diminuire del 40% le lesioni subite dai passeggeri. L’idea nasce dalla necessità di diminuire gli incidenti cittadini, principale fonte di decessi e ferimenti automobilistici gravi.

Si differenzia per dimensione dagli airbag tradizionali pur mantenendo lo stesso materiale di produzione e lo stesso processo di gonfiamento. Ciò apporta vantaggi significativi per l’azienda produttrice dal punto di vista produttivo e dei costi sostenuti.

> Cerchi un’officina nella tua zona? Clicca qui, facile e veloce!

Il funzionamento

Il prototipo è una sorta di cuscino dal volume doppio rispetto a quello degli airbag tradizionali. Arriva a circa 200 litri e ha bisogno di due dispositivi per il gonfiaggio anziché uno, allungando i tempi di espansione. La sua attivazione, inoltre, è diversa da quella dei ‘bag’ interni, perché deve avvenire un attimo prima della collisione e non appena dopo. Quindi si tratta di un sistema complesso, definito di pre-crash, che sfrutta i sensori, radar e le telecamere dell’auto per capire quando sta per avvenire un impatto.

Airbag esterno: il futuro della sicurezza
Photo by: tomshw

Momentaneamente in una fase ancora sperimentale, il sistema verrà mostrato in azione nel 2019. La sua effettiva applicazione ad un’autovettura comporta però un sostanziale cambiamento di alcune parti delle autovetture oltre alla dotazione hardware.

ZF sta inoltre lavorando per adeguare sedili, volante e sistemi di ritenuta ai futuri utilizzi resi possibili dalla guida automatizzata. Sono quindi nati gli airbag adattivi dual contour per aiutare e tutelare i passeggeri in posizione di seduta flessibile. Un’ulteriore innovazione che presto potrebbe essere introdotta negli abitacoli è l’airbag centrale in caso di impatto laterale (secondo i requisiti di sicurezza fissati dall’Euro NCAP). Per concludere, l’azienda tedesca ha recentemente presentato un airbag per le ginocchia, di peso inferiore agli airbag tradizionali, con produzione prevista per il 2019.

Considerazioni finali

L’airbag esterno rappresenta sicuramente una soluzione innovativa per tutelare maggiormente gli automobilisti in caso di collisione laterale. Potrebbe assumere una rilevanza maggiore soprattutto per quanto riguarda le auto piccole con poca altezza da terra. Presenta però anche dei limiti come la possibile esposizione dell’airbag esterno a pioggia, neve, sporcizia e il sempre corrosivo sale sparso sulle strade in inverno. Un’altra situazione pericolosa che va considerata attentamente è la possibile proiezione di schegge e detriti verso altri utenti della strada. Si tratta comunque di una tecnologia in fase di implementazione che mira a superare anche i limiti sopra citati.

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...

Airbag esterno: il futuro della sicurezza ultima modifica: 2018-12-13T15:00:15+00:00 da Guglielmo Vernazza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *