Alimentazione auto: quale scegliere?

Alimentazione auto

Quando si compra un’auto nuova le considerazioni da fare sono numerose. Una di queste riguarda sicuramente la scelta dell’alimentazione auto.

Uno dei parametri fondamentali da valutare è l’utilizzo che si fa della propria vettura. Questo perché la scelta dell’alimentazione potrebbe essere differente a seconda delle proprie abitudini.

I differenti tipi di alimentazione

Alimentazione benzina

Un guidatore che circola prevalentemente in città e non supera i 20.000 km annui potrebbe far ricadere la scelta su un’auto a benzina. Nonostante il carburante per questo tipo di alimentazione sia più caro, i prezzi di acquisto delle vetture a benzina tendenzialmente sono inferiori a quelli con altre alimentazioni. La scelta sul benzina è la migliore anche per tutti coloro che desiderano una macchina ad alte prestazioni, essendo queste le auto ideali per chi cerca forti emozioni alla guida. Infine, le vetture a benzina sono meno soggette a limitazioni alla circolazione rispetto a quelle a gasolio.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Alimentazione diesel

Il diesel o gasolio è il carburante per chi percorre grandi distanze e, quindi, tanti km annui. Infatti, queste vetture permettono consumi ridotti, un buon confort durante la guida e buone prestazioni. Inoltre, il costo di questo carburante è leggermente più contenuto. Anche il motore delle auto diesel costituisce un fattore di valutazione poiché, girando a bassi giri, è il più longevo.
Le auto con questo tipo di alimentazione sono, però, soggette a numerose restrizioni, soprattutto nelle grandi metropoli. Infine, ricordiamo che, per evitare di pagare la nuova Ecotassa, è necessario acquistare un’auto con livelli di emissioni di CO2 inferiori a 190 g/Km.

Alimentazione GPL

Le auto a GPL costituiscono una importante alternativa per chi vuole risparmiare in rifornimenti. Infatti, il GPL costa meno della metà della benzina. Questo carburante si può definire “pulito”, essendo molto più green rispetto a tutti gli altri. Anche in caso di blocchi al traffico le macchine con questa alimentazione possono circolare.
Le auto a GPL richiedono controlli periodici più frequenti rispetto a quelle tradizionali (ogni 15.000 – 20.000 Km), ma una manutenzione straordinaria minima, con la sostituzione della bombola gas da effettuare ogni 10 anni.

Alimentazione auto

Alimentazione metano

Il metano (gas naturale) è il carburante più economico tra quelli elencati fino ad ora. Meno inquinante, è un gas volatile estratto da pozzi naturali, che rilascia quantità minime di gas serra. Le auto con questo tipo di alimentazione emettono il 20% di CO2 in meno e la concentrazione di ossidi di azoto è inferiore rispetto al gasolio del 95%. Percorre più km di un’auto a benzina ma richiede una manutenzione più accurata; infatti è necessario l’impianto di bombole più sofisticate, data l’alta pressione di stoccaggio del metano. Vista la sua scarsa diffusione, non è semplice trovarlo nelle stazioni di rifornimento.

Alimentazione ibrida

Le auto ad alimentazione ibrida permettono di ridurre l’impatto ambientale rispetto ai veicoli tradizionali.
A seconda dello stile di guida e dal tipo di utilizzo che si fa del mezzo, il risparmio del carburante può essere notevole. Benefici che, tuttavia, diminuiscono se la guida di queste auto avviene soprattutto in autostrada o su strade extraurbane.
Sono classificate come Full Hybrid (con costo di acquisto contenuto) e Plug-in (dal costo di acquisto più elevato). Le prime sono più adatte ad una guida cittadina, mentre le seconde anche alla percorrenza di lunghe tratte.

Alimentazione elettrica

Le auto elettriche sono sicuramente i veicoli più green. Consentono spostamenti a zero emissioni, permettono l’esenzione dal pagamento del bollo auto e dalle restrizioni alla circolazione e godono di forti incentivi per l’acquisto. Compensa i suoi alti costi di acquisto, con il basso costo per la ricarica. Purtroppo, la rete di colonnine non è ancora così ben capillarizzata da permetterne un’espansione globale. Il loro utilizzo è consigliabile soprattutto in città e in tratti di breve percorrenza, poiché il tempo richiesto per la ricarica non è spesso così rapido.

Dipende da te
Noi ci impegniamo ogni giorno per rendere più trasparente il settore automobilistico con l’aiuto di tanti altri automobilisti che collaborano con noi. Anche tu puoi farlo se vuoi, usando il servizio e condividendo la tua esperienza. Alla fine solo l’unione fa la forza. A meno che tu preferisca non vederci chiaro, certo.

Prova subito, vedrai

Alimentazione auto: quale scegliere? ultima modifica: 2021-04-22T17:00:00+02:00 da Sofia Corvini

One thought on “Alimentazione auto: quale scegliere?

  1. Scegliere il tipo di alimentazione, quando si acquista una nuova auto, è una delle opzioni da considerare con più cura, data l’importanza che avrà a livello di sostenibilità ambientale e di costi monetari per il guidatore. Nell’ottica della crescente attenzione verso l’inquinamento ambientale ed atmosferico, la scelta più allettante, nei prossimi anni, sarà l’alimentazione elettrica. È fondamentale un’espansione capillare di veicoli elettrici per cercare di ridurre le emissioni inquinanti e tutelare maggiormente la salute di tutti noi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *