Autovelox totem: non sono omologati

autovelox torem: non sono omologati

Da sempre gli automobilisti italiani non sono conosciuti per essere dei perfetti esempi da seguire alla guida. Infatti spesso accade che i limiti di velocità vengano superati e che le targhe dei veicoli vengano immortalate nelle fotografie scattate da quello che è uno dei maggiori incubi degli automobilisti: l’autovelox.

Recentemente sono stati installati, specialmente nei centri città, degli autovelox un po’ particolari, i cosiddetti autovelox totem arancioni. Tuttavia essi, dopo quanto affermato dal Codice della Strada, inizieranno a destare meno preoccupazioni nella mente degli automobilisti italiani. Andiamo a scoprire insieme le ragioni.


>>Trova le officine vicine a te che effettuano il check-up estivo, confronta i prezzi e prenota! 


Gli autovelox totem non sono previsti dal Codice della Strada

Questi autovelox, detti “totem”, sono stati installati principalmente nei tratti di strada dove il limite è di 50 km/h in quanto ci si trova in prossimità dei centri abitati. Essi sono equipaggiati con tutti gli accorgimenti previsti dalla normativa per la segnalazione degli autovelox, tra cui il cartello che avvisa i guidatori che, a pochi metri di  distanza, vi sarà un dispositivo per la rilevazione della velocità.

Il nostro Codice della Strada ha stabilito che essi non sono omologati perché, molto semplicemente, il codice stesso non li prevede. Ad affermarlo è stato il dipartimento Trasporti del ministero delle Infrastrutture che ha anche aggiunto che non saranno omologati nemmeno in futuro  in quanto bisognerebbe modificare lo stesso Codice della Strada, ipotesi ad oggi alquanto remota. Quindi gli automobilisti potranno tirare un grosso sospiro di sollievo.

Perchè rimangono installati sulle nostre strade?

I comuni italiani comunque hanno deciso di non togliere questi autovelox perché possono essere utilizzati come deterrente per l’alta velocità. In questo modo l’automobilista, non essendo certo del non funzionamento del rilevatore della velocità, sarà portato a rispettare i limiti per evitare di incorrere in sanzione.

autovelx totem: non sono omologati
fonte:ilrestodelcarlino.it

Attenzione: ci sono delle condizioni in  cui possono funzionare

Attenzione automobilisti, non cantate vittoria. Infatti il vicequestore della polizia stradale Domenico Protospataro ha spiegato a “La Stampa” quali sono i casi in cui questi autovelox potrebbero assolvere la loro funzione. Al loro interno deve essere presente un dispositivo omologato secondo le direttive del Codice della Strada ed accanto al totem deve essere presente una pattuglia della polizia stradale. In questo modo l’automobilista può rendersi conto che è in corso un controllo della velocità.

Nonostante quindi questi autovelox non siano omologati, non significa che si è liberi di non rispettare i limiti di velocità. Ricordatevi che essere dei guidatori consapevoli e responsabili porta vantaggi non solo al nostro portafogli, ma anche e soprattutto alla sicurezza nostra e altrui.

check up estivo

Ti potrebbe interessare anche...

Autovelox totem: non sono omologati ultima modifica: 2018-05-28T16:35:44+00:00 da Nicolò Riva

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *