Bollo auto: le novità del 2019

Bollo auto: le novità del 2019

Quando si parla di bollo auto si fa riferimento alla tassa legata al possesso di un’auto; ovviamente, il veicolo deve essere iscritto al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Questa tassa è obbligatoria e deve essere versata ogni anno a prescindere dall’utilizzo o meno dell’automobile.

La tua auto ha bisogno di manutenzione?
Clicca qui per chiedere preventivi e valutarli senza impegno!

In generale, la scadenza del bollo auto è fissa; il pagamento è previsto entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione dell’auto. Questa regola non vale per gli automobilisti del Piemonte e della Lombardia in quanto, per loro, esistono date prestabilite:

  • 31 maggio (se il bollo scade ad aprile);
  • 30 settembre (se il bollo scade ad agosto);
  • 20 gennaio (se il bollo scade a dicembre).

bollo auto 2019

Cosa cambia nel 2019

Con la pubblicazione della Legge di Bilancio 2019 sulla Gazzetta Ufficiale si sono verificati dei cambiamenti anche per quanto riguarda il bollo auto. Le novità più importanti sono:

  • l’entrata in vigore dal 1 marzo 2019 dell’ecotassa e dell’ecobonus (per tutti i dettagli, consultate il nostro articolo);
  • la riduzione del bollo sulle auto storiche 2019 fino al 50%;
  • condono bollo con la pace fiscale.

In particolare, per quanto riguarda il condono del bollo, è previsto il saldo e lo stralcio delle pendenze fiscali fino a 1.000 euro.

Esenzione dal pagamento del bollo auto

La legge italiana prevede delle agevolazioni per coloro che sono titolari della Legge 104. Per questo motivo, sono esclusi dal pagamento del bollo le persone:

  • non vedenti;
  • sorde;
  • affette da handicap psichici o mentali;
  • con gravi limitazioni della capacità di deambulazione;
  • con ridotte o impedite capacità motorie.

Nell’esenzione sono comprese anche le auto elettriche – ma solo fino al quinto anno di vita – e le auto ibride acquistate nel 2019.

Inoltre, una sentenza della Corte Costituzionale (maggio 2019), ha dato il “potere” alle Regioni di decidere anche in tema di bollo auto. L’unico limite all’autonomia regionale è quello di non aumentare la pressione fiscale oltre i limiti fissati dal legislatore statale.

Ti potrebbe interessare anche...

Bollo auto: le novità del 2019 ultima modifica: 2019-06-17T16:00:25+00:00 da Elena Bertinazzi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *