Cambio gomme: la deadline si avvicina

CAMBIO GOMME

Cambio gomme: non rischiare. Agisci. ORA.

La direttiva ministeriale parla chiaro: la scadenza per il cambio gomme invernali è prevista per il 15 aprile, con un solo mese di tolleranza per permettere a tutti gli automobilisti di provvedere.

Ma chiariamo le idee.

Perché è obbligatorio?

Secondo quanto stabilito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con la direttiva del 16 gennaio 2013, non solo il cambio gomme è obbligatorio nei termini temporali sopra citati ma, qualora non si rispettasse tale normativa, si incorrerebbe in pesanti sanzioni pecuniarie, da 419 a 1682€, nel ritiro del libretto di circolazione e nella mandata in revisione del veicolo.

Gli pneumatici che devono essere necessariamente sostituiti sono quelli che riportano la dicitura M+S (Mud+Snow) che garantiscono migliori performance su fango e neve. Ciononostante, in questo caso occorre prestare attenzione all’indice di velocità, il codice alfabetico che indica la velocità massima raggiungibile da uno pneumatico.

Infatti, dovranno essere sostituiti solamente gli pneumatici M+S e, più in generale, tutti quelli invernali che hanno un indice di velocità (obbligatoriamente superiore a “Q”) inferiore rispetto a quanto stabilito nel libretto di circolazione.

cambio gomme
La tabella degli indici di velocità
fonte: pneumatici-pneus-online.it

La sicurezza prima di tutto

Il cambio gomme non è solamente obbligatorio per legge, ma è di estrema importanza anche per la sicurezza propria e degli altri.

Gli pneumatici invernali garantiscono migliori performance e tenuta di strada a temperature molto basse perché sono costruite con mescola che riscalda la gomma e la rende flessibile, mentre il freddo dell’asfalto la irrigidirebbe. Diversamente, gli pneumatici estivi presentano una mescola più dura che non si usura a contatto con l’asfalto bollente.

Infine, ad alte temperature le gomme termiche si consumano molto velocemente, come se si sciogliessero: la loro sostituzione è quindi importante anche in termini di risparmio e convenienza.

NO all’usura, SI alla manutenzione

cambio gomme
Il controllo del battistrada dello pneumatico
fonte: pneumaticishop.it

La semplice sostituzione degli pneumatici non basta: occorre verificare sempre che non siano usurati. Infatti, il deterioramento della gomma causa un radicale peggioramento delle sue prestazioni e un drastico calo nella tenuta di strada.

Una buona aderenza dipende dalla condizione in cui si trova il battistrada. Secondo quanto stabilito dal Codice della Strada questo non deve essere inferiore a 1,6 mm ma gli esperti consigliano sempre di mantenerlo al di sopra dei 3-4 mm.

Il guidatore responsabile controlla periodicamente lo stato in cui si trovano gli pneumatici mediante un’operazione molto semplice e veloce: il test della moneta. Per eseguire il test è sufficiente prendere una moneta da 1€ e inserirla nei solchi della gomma; se questi non arrivano alla parte argentata o coprono appena la corona esterna dorata, allora il profilo è più basso di 3-4 mm e lo pneumatico va sostituito.

Infine, è bene controllare che lo pneumatico non sia deteriorato in maniera irregolare a causa di una eccessiva o scarsa pressione all’interno della gomma.

Non rischiare inutilmente. Ricordati di cambiare le gomme. Richiedi subito dei preventivi alle migliori officine della tua zona su CercaOfficina.it, per noi la tua sicurezza e quella di chi ti sta intorno è importante!

Ti potrebbe interessare anche...

Cambio gomme: la deadline si avvicina ultima modifica: 2016-04-13T10:05:55+00:00 da Sonia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*