Cambio gomme: è il momento di agire!

Il 15 aprile 2019 scadrà il periodo previsto dalla legge per cambiare le gomme invernali. Dopo un mese il periodo di tolleranza finirà. L’obbligo in questione è stato stabilito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tramite la direttiva 1058 del 16 gennaio 2013. In caso di mancato rispetto della normativa, si incorrerebbe in pesanti sanzioni pecuniarie, da 422 a 1697€; inoltre, è possibile il ritiro del libretto di circolazione e la mandata in revisione del veicolo.

→ Devi fare il cambio gomme?
Clicca qui: vedi e confronti subito i prezzi e prenoti gratis online un appuntamento in officina!

È necessario sostituire gli pneumatici che riportano la dicitura M+S (Mud+Snow). Questo tipo di pneumatici garantisce performance migliori su fango e neve ma non può essere utilizzato nella stagione estiva. Inoltre, occorre prestare attenzione all’indice di velocità, ovvero, il codice alfabetico che indica la velocità massima raggiungibile da uno pneumatico; questo perché dovranno essere sostituite soltanto le gomme con un indice di velocità  inferiore rispetto a quello indicato sulla carta di circolazione. Questo obbligo può non essere rispettato da chi utilizza un set di gomme 4 stagioni.

cambio gomme
La tabella degli indici di velocità
fonte: pneumatici-pneus-online.it

Vantaggi e sicurezza

Il cambio gomme non è solamente obbligatorio per legge, ma è di estrema importanza anche per la sicurezza. Gli pneumatici invernali garantiscono migliori performance e tenuta di strada a temperature molto basse perché sono costruite con mescola che riscalda la gomma e la rende flessibile, mentre il freddo dell’asfalto la irrigidirebbe. Al contrario, gli pneumatici estivi presentano una mescola più dura che non si usura a contatto con l’asfalto bollenteOltre alla semplice sostituzione degli pneumatici, è importante verificare che essi non siano usurati. Infatti, il deterioramento della gomma causa un radicale peggioramento delle sue prestazioni e un drastico calo nella tenuta di strada. L’aderenza dipende soprattutto dalle condizioni del battistrada che, da quanto stabilito dal Codice della Strada, non deve essere inferiore a 1,6 mm; tuttavia, per una maggiore sicurezza, gli esperti consigliano sempre di mantenerlo al di sopra dei 3-4 mm.

cambio gomme
Il controllo del battistrada dello pneumatico
Photo by: pneumaticishop.it

Per controllare lo stato degli pneumatici, è buona norma fare un’operazione molto semplice e veloce: il test della moneta. Per eseguire il test è sufficiente prendere una moneta da 1€ e inserirla nei solchi della gomma; se questi non arrivano alla parte argentata o coprono appena la corona esterna dorata, allora il profilo è più basso di 3-4 mm e lo pneumatico va sostituito. L’ultima cosa da fare, è controllare che lo pneumatico non sia deteriorato a causa di una eccessiva o scarsa pressione all’interno della gomma.

Costi e informazioni

Nel cambio gomme influiscono tre fattori di costo:

  1. L’acquisto delle gomme (nullo, se le si ha già);
  2. Il montaggio;
  3. La custodia delle gomme.

Inoltre, il costo del montaggio potrebbe variare da città a città. Per ottenere un preventivo affidati alle nostre officine! Affrettati, è il momento di cambiare le gomme!

 

cambio gomme cambio gomme

 

Ti potrebbe interessare anche...

Cambio gomme: è il momento di agire! ultima modifica: 2019-04-04T15:00:55+00:00 da Sonia

One thought on “Cambio gomme: è il momento di agire!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *