Car Sharing a Milano: arriva DriveNow

car sharing

Nella flotta del Car Sharing

Nella città della moda, e a questo punto anche del car sharing, arriva DriveNow, l’auto targata BMW. Il servizio, già attivo in varie città europee, sbarca in Italia proprio in questi giorni, fornendo già 480 auto di diversi modelli e colori.

Infatti, rispetto alle altre vetture che si possono condividere, DriveNow dispone di nuovi modelli di BMW o MINI di vari colori: dal bianco, al grigio fino al nero.

In più, le tariffe sono molto vantaggiose: per il momento la quota di iscrizione è gratuita (anche se normalmente è di 29 euro) e all’inizio i primi 20 minuti sono gratuiti. Al minuto l’affitto costa 31 o 34 cent/min a seconda del modello di vettura scelta, e se prenoti il veicolo per pacchetti orari e giornalieri il prezzo varia da 29 euro a 109 a seconda delle ore e dei km effettuati.

DriveNow mette a disposizione anche “mete speciali“, come alcuni aeroporti europei e viaggi in varie città estere in cui è presente il servizio.

Quali sono le altre opzioni?

In tutto il territorio nazionale, soprattutto a Milano, sono presenti svariati servizi car sharing, con diversi prezzi e agevolazioni. Ad esempio, Enjoy ha un prezzo economico e non ha costi o tessere da ritirare per l’attivazione ma non permette di uscire fuori dai confini di Milano.

Car2go, invece, ha un prezzo di iscrizione e la tariffa è di 29 cent/min ma possiede 650 auto Smart con il cambio automatico. GuidaMi è abbastanza costoso, ma potenzialmente sotto permesso il cliente potrebbe visitare tutti i posti del mondo che desidera.

 

car sharing
Enjoy e Car2go
fonte: gazzettatorino.it

Perché scegliere l’auto condivisa?

Negli ultimi anni questi servizi hanno preso piede in molte città italiane e sono diventate parte integrante del concetto di mezzi “pubblici” di trasporto.

Soprattutto nelle grandi città, può essere comodo e utile, indipendentemente dai mezzi come la metropolitana o gli autobus, avere a disposizione un’auto da usare per qualsiasi esigenza. Sciopero, ritardo, tornare a casa tardi dopo la chiusura della metro: possono essere molte le ragioni per utilizzare il car sharing e raggiungere comodamente il posto desiderato.

Questo servizio ti permette di non possedere un’auto, e quindi tutti i problemi e i costi legati al suo mantenimento, ma comunque di sfruttare le potenzialità di una vettura e le sue comodità, in una soluzione economica ma soprattutto sostenibile.

Infine, in questi anni, si è notato uno spostamento dalla preferenza di possedere beni di “lusso” alla share economy, soprattutto in Italia. In questo ambiente il servizio dell’auto condivisa non può far altro che crescere.

 

 

Ti potrebbe interessare anche...

Car Sharing a Milano: arriva DriveNow ultima modifica: 2016-10-21T08:22:21+00:00 da Chiara

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *