Check up invernale: che controlli fare?

check up invernale: che controlli fare?

Con l’arrivo dell’inverno, fare un check-up invernale agli elementi essenziali della tua auto assume una grande importanza, in particolare se parliamo di sicurezza.

Se non si possiede un garage, i mesi più freddi sono quelli che mettono più a dura prova la vettura.

Tuttavia, è possibile prevenire mal funzionamenti con alcune precauzioni. Vediamo insieme nel dettaglio quali sono le componenti da controllare.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Pneumatici e impianto frenante

Nel caso delle gomme l’unico intervento da fare è quello che riguarda il cambio gomme.

Infatti, dal 15 novembre al 15 aprile vige l’obbligo degli pneumatici invernali. Per cui chi non rispetta questa normativa incorre in sanzione amministrative che vanno dai 41 ai 335 euro.

Se si usano le stesse gomme da molto tempo è importante fare un check up per verificarne l’usura (e nel caso sostituirle!). Uno pneumatico è consumato quando lo spessore del battistrada è meno di 4 mm. Inoltre, è importante controllare che la differenza di spessore tra le ruote anteriori e quelle posteriori non sia mai inferiore a 2 mm.

I freni sono il primo sistema di sicurezza attiva installato in ogni veicolo e la loro importanza è indiscussa. Tuttavia freddo, pioggia e persino il sale sparso per le strade possono risultare una minaccia per la salute dei dischi. È quindi consigliato controllare lo stato dei dischi e delle pastiglie. Nel caso delle pastiglie bisogna smontare la ruota e controllare che lo spessore delle guarnizioni non sia meno di 3 mm.

Check up invernale: non dimentichiamo liquidi e batteria

Uno dei primi liquidi da controllare è quello antigelo. Il liquido refrigerante dei motori termici serve per fluidificare e quindi proteggere le parti in movimento del motore impedendone il congelamento.

Per farlo è molto semplice: si solleva il cofano motore e si osserva il suo livello attraverso la vaschetta semitrasparente. Questo deve essere vicino al livello massimo, ma mai superarlo. Nel caso il livello fosse troppo basso è opportuno controllare i manicotti per verificare che non ci siano delle perdite. Dopodiché si prosegue con il rabbocco fatto con un liquido dello stesso colore.

Check up invernale: che controlli fare

Il prossimo controllo da fare è quello sulla batteria. Quel che bisogna fare è verificarne lo stato di carica. Si tratta di un’operazione abbastanza semplice, basta munirsi di un voltmetro. Quando la macchia è a motore spento da almeno un paio di ore si collega questo strumento ai morsetti. Se il valore visualizzato è superiore a 12,6V la batteria è completamente carica, altrimenti è necessaria una ricarica.

Infine, tergicristalli e impianto di illuminazione

È importante fare un anche sull’integrità dei tergicristalli. Questo si può fare quando piove o quando si spruzza il liquido lavavetri. Se rimangono righe d’acqua sul parabrezza, al passaggio della spazzole, significa che queste sono usurate e vanno cambiate.

Ultimo controllo, per concludere il nostro check up invernale, riguarda l’impianto di illuminazione. Soprattutto in questo periodo in cui le giornate si accorciano è importante avere tutte le luci funzionanti per avere una visione chiara della strada.

Accendi l’auto e controlla che sia tutto a posto. Oltre a questo, controlla l’altezza del fascio luminoso che, nel caso dei proiettori anabbaglianti, deve essere correttamente orientato verso destra.

Sei stato qui altre volte?
Allora saprai che CercaOfficina.it pubblica diversi articoli per diffondere aggiornamenti e utili informazioni sulla manutenzione dell’auto. Tuttavia, questa è una piccola parte. Puoi prendere solo questa oppure scegliere di utilizzare il servizio per il bene della tua auto.

È una buona cosa, provaci

Check up invernale: che controlli fare? ultima modifica: 2021-11-23T08:30:00+01:00 da Alessia Berteletti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *