EasyRain: il sistema anti-aquaplaning

easyrain

Grazie alla diffusione dei sistemi di assistenza alla guida, le nostre auto hanno degli standard di sicurezza sempre più elevati. Nonostante questo, il rischio che si verifichi aquaplaning non è ancora azzerato ed è proprio per ridurlo che interviene EasyRain.

L’aquaplaning è un fenomeno molto pericoloso che può verificarsi quando l’auto viaggia su un fondo bagnato. A velocità sostenute, gli pneumatici cominciano a galleggiare sulla pozzanghera presente sull’asfalto. Tutto questo è dovuto al battistrada non riesce a smaltire sufficiente acqua. Il veicolo non risponde più al guidatore, che perde così il controllo seppur tentando di frenare, accelerare o sterzare.

Questo può coinvolgere solo alcune delle ruote del veicolo oppure tutti e quattro gli pneumatici.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Perché nasce EasyRain

Proprio per questo motivo nasce EasyRain, l’azienda piemontese che sta sviluppando un sistema innovativo per ridurre il rischio di aquaplaning.

Si chiama Aquaplaning Intelligent Solution e funziona tramite ugelli che spruzzano liquido ad alta pressione davanti alle ruote anteriori. Questo comporta, quindi, una rottura del velo d’acqua che causa aquaplaning.

Secondo l’azienda, questo sistema consente al veicolo di avere, in rettilineo, una velocità del 35% superiore rispetto a quella in cui normalmente si manifesterebbe l’aquaplaning e, in curva, del 30% in più senza che il conducente debba correggere la traiettoria.

Il primo prototipo aveva un peso di oltre 330 kg, mentre la versione presentata oggi pesa solamente 30 kg. Per il futuro si vuole fare di più, puntando ad un peso totale di 6 kg.

“Nel giro di un anno e mezzo siamo riusciti a realizzare un sistema più compatto – spiega Antonio Casu, CTO di Italdesign – con l’obiettivo di renderlo appetibile per i costruttori. Prima dell’industrializzazione ci sarà ancora bisogno di una seconda fase di sviluppo e poi della customizzazione, cioè l’adattamento del dispositivo ai diversi modelli”.

easyrain

Come funziona nel pratico

L’AIS è grande quanto una scatola di scarpe e non prevede modifiche estetiche alle auto su cui viene applicato. Utilizzando il liquido lavavetri, non ha bisogno di un serbatoio aggiuntivo. Inoltre, opera tramite un algoritmo, che tiene conto delle informazioni provenienti dai sistemi di assistenza alla guida, dai dati forniti da sensori integrati agli pneumatici e da sensori presenti nelle città.

Attraverso la connettività 5G l’auto potrà scambiare informazioni con altri veicoli connessi e con infrastrutture stradali, ottenendo messaggi d’allerta in caso di forti acquazzoni o fondo stradale a bassa aderenza. Mixando questi dati, Aquaplaning Intelligent Solution sarà in grado di capire dove e quando intervenire.

Sicuramente parte fondamentale del progetto sono anche le collaborazioni con importanti marchi. Prima tra tutti, Italdesign, società del Gruppo Volkswagen che si occupa di stile e progettazione. Altro importante nome, Bosch, colosso della componentistica di primo equipaggiamento.

“La nostra missione è quella di aumentare la sicurezza stradale, il nostro credo è quello di salvare vite umane: è questo ciò sul quale stiamo lavorando da anni. Siamo molto orgogliosi ed entusiasti di aver siglato questo importante accordo con Italdesign e Bosch, aziende di riferimento nel settore automotive, che credono sulla validità del nostro progetto oltre che sugli impatti positivi che potrà avere sul miglioramento della sicurezza stradale” commenta Giovanni Blandina, CTO EasyRain.

Hai mai ricevuto la newsletter di CercaOfficina.it?
Chi la riceve sembra apprezzarla molto. Arriva tutti i lunedì, per iniziare bene la settimana. Arriva a chi si iscrive. È gratis, sai? Ma arriva anche a chi ha utilizzato CercaOfficina.it per confrontare preventivi per la riparazione e manutenzione dell’auto, ci piace avere un occhio di riguardo per chi ci ha dato fiducia.

Provalo anche tu, è molto facile e veloce

EasyRain: il sistema anti-aquaplaning ultima modifica: 2021-02-18T17:00:00+01:00 da Emanuele Vignati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *