Ecclestone vuole un campionato di F1 femminile

Chi lo ha detto che “donne al volante sono un pericolo costante”? Di certo non Bernie Ecclestone che per attirare nuovi sponsor e migliorare lo show del Circus ha proposto di organizzare il primo Campionato del Mondo per signore, magari come evento di contorno agli eventi di Formula 1.

L’idea dell’ottantaquattrenne inglese è quello di ravvivare lo spettacolo nel motorsport, offrendo alla F1 una categoria di supporto. Con i sedili dei titolari sempre più difficili da raggiungere, Ecclestone ha proposto così la serie alternativa: “Ho pensato che potrebbe essere una buona idea per dare loro una vetrina mondiale. Per qualche arcano motivo, le donne non arrivano nel Circus… e non perché non le vogliamo. L’idea è quella di fare un campionato a parte. Forse in questo modo saremmo in grado di portarne qualcuna in F1. Potrebbero correre prima dell’evento principale, o forse il sabato nel giorno delle qualifiche così avrebbero un’attenzione tutta per loro».

Un’idea bocciata da una delle pilote più famose, Susie Wolff, test driver della Williams ha affermato: “Non credo sia il modo giusto per far progredire lo sport . Prima di tutto bisognerebbe trovare delle ragazze abbastanza capaci da poter essere schierate, poi non capisco il motivo della separazione. Personalmente non sarei per nulla interessata a partecipare ad un campionato del genere o a vincerlo”.

Donne e Formula 1 sono un’accoppiata molto rara. Solo in cinque, nella storia, ce l’hanno fatta: Lella Lombardi, Maria De Filippis, Divina Galicia, Desiré Wilson e Giovanna Amati, l’ultima donna a partecipare ad un Gran Premio di F1 nel 1992. Non possiamo dimenticare però chi ci ha provato, arrivando solo a sfiorare la categoria, come la test driver della Marussia, Maria De Villota, tristemente scomparsa nel 2013. Ma anche chi tutt’ora si sta spendendo, come appunto Susie Stoddart (detta Wolff, poiché usa il cognome del marito) o la new entry Carmen Jorda. 

Ecclestone vuole un campionato di F1 femminile ultima modifica: 2015-04-01T10:26:30+00:00 da Davide

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *