Europa: mercato dell’auto in retromarcia

mercato auto europa

Anche a febbraio il mercato delle auto in Europa è in forte retromarcia. Tra i cinque maggiori mercati europei che registrano trend negativi, inclusa la Gran Bretagna, l’Italia è il paese che mostra la contrazione più contenuta (-12.3%).

In Italia, infatti, a febbraio 2021 le immatricolazioni sono state 142.998 rispetto alle 163.124 di febbraio 2020.

Per quanto riguarda l’Europa le vendite nel 2021 ammontano a 850.170, in calo del 20,3% rispetto a febbraio 2020, quando la crisi pandemica ancora non aveva coinvolto l’intero settore automotive.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Cosa accade al mercato dell’auto in Europa

Secondo il presidente ANFIA, Roberto Scudieri, le misure restrittive provocate dalla terza ondata pandemica continuano a pesare negativamente sul mercato dell’auto. Dopo un’apertura di anno in forte calo (-25,7%), il trend negativo continua anche a febbraio (il peggiore dal 2013 in termini di volumi).

Tutti e cinque i maggiori mercati europei segnano una diminuzione a doppia cifra. L’Italia è seguita da Germania (-19%), Francia (-20,9%), Regno Unito (-35,5%) e Spagna con la contrazione più alta (-38,4%).

Come si può far ripartire il settore? Gli esperti non hanno alcun dubbio: il governo dovrebbe rinnovare il prima possibile il sistema degli incentivi per ciò che riguarda le auto elettriche, che hanno portato benefici in termini economici e ambientali. 

Quindi, oltre alla speranza di progressi rapidi contro il Covid-19 per limitare in generale gli effetti sull’economia, si auspica anche che a livello nazionale si arrivi all’approvazione del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). Sempre secondo Paolo Scudieri, questo programma di investimenti è lo strumento che meglio aiuterebbe nella risposta alla crisi pandemica.
Questo permetterebbe anche la messa in atto di un piano automotive, indispensabile per la transazione della filiera verso l’elettrificazione della mobilità.

mercato auto europa

Lo scenario europeo

L’Italia è il paese che ha sofferto meno la contrazione delle immatricolazioni. Il calo dei primi due mesi del 2021 ammonta al 13,1%

A febbraio le immatricolazioni delle auto diesel calano del 37,5% rispetto all’anno scorso; quelle a benzina registrano una discesa del 35,7%. Per quanto riguarda le auto ad alimentazione alternativa (elettriche e ibride principalmente), si registra, invece, una crescita dell’82% solo a febbraio. 

La Spagna registra un calo del 38,4%. Secondo l’Associazione spagnola dell’automotive, ANFAC, i dati di febbraio confermano che la combinazione tra la terza ondata della pandemia, la cattiva situazione economica e il calo di fiducia nei consumatori sta avendo un forte impatto negativo sulla vendita di auto.
Calano rispettivamente del 48,9% e del 47,8% le immatricolazioni di auto diesel e benzina. Cala anche la vendita di auto elettriche del 41,7% ma crescono quelle delle auto ibride ricaricabili (+78,2%).

In Francia si registra una flessione del 20,9% rispetto a febbraio 2020. Calano anche qui le autovetture a benzina (-28,5%) e a diesel (- 44%). Crescono però le alimentazioni alternative con un picco del 133% delle ibride plug-in e del 51,2% per le ibride tradizionali.

Il mercato tedesco scende a -19% di immatricolazioni a febbraio 2021. La flessione più marcata si registra nelle vendite a privati (-26,8%) che rappresentano il 30% della popolazione. +124% di nuove immatricolazioni di vetture elettriche e +75,7% di auto ibride.

Infine, il mercato inglese registra una contrazione del 35,5% rispetto allo stesso mese del 2020. Secondo l’associazione inglese dell’automotive (SMMT) con i concessionari chiusi per le numerose restrizioni, il calo di mercato è stato pesante. Infatti, è essenziale che i concessionari di auto riaprano il prima possibile per far ripartire la filiera industriale provando a recuperare le ingenti perdite dello scorso anno.

A cosa serve CercaOfficina.it?
Nel suo piccolo CercaOfficina.it vuole rendere più trasparente il post-vendita automobilistico. Puoi chiedere preventivi per la riparazione e manutenzione dell’auto, come il tagliando per intenderci; vedere le officine più vicine a te e confrontarle in base alle recensioni e alle specializzazioni; prenotare un appuntamento. Tutto in pochissimi click.

Hai tutto a portata di mano, prova a vedere come funziona

Europa: mercato dell’auto in retromarcia ultima modifica: 2021-04-12T17:00:00+02:00 da Sofia Corvini

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *