Germania verso l’obbligo di ricariche elettriche nelle stazioni di servizio

ricariche elettriche

Il tema dei veicoli alimentati con ricariche elettriche riveste un ruolo centrale all’interno del settore dell’auto. Ad oggi, però, rimangono dei vincoli pratici che ostacolano la piena diffusione: in primis, la paura di rimanere “a piedi”. Secondo i consumatori, la mancanza di infrastrutture per la ricarica limita la diffusione e rappresenta un ostacolo all’acquisto di auto a 0 emissioni.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Ma cosa ci rivelano realmente i dati? Se si osserva il numero di punti per la ricarica, allora i segnali non sono incoraggianti. In Italia, secondo uno studio pubblicato da MOTUS-E, sono presenti 13.721 postazioni di ricarica in 7.203 stazioni. Decisamente meno rispetto a Paesi come la Germania. Quest’ultima ospita sul proprio territorio 27.730 colonnine di ricarica. Inoltre, il governo tedesco sembra deciso ad aumentarne la capillarità con una proposta tanto importante quanto lungimirante: obbligo di punti di ricarica nelle stazioni di servizio.

Accelerata sulle postazioni per le ricariche elettriche

La Germania si affida alle auto elettriche per ridare slancio al settore dell’auto e, in particolare, al segmento green. Anche il governo tedesco, come il nostro, ha previsto una serie di interventi finanziari volti ad incentivare l’acquisto di auto elettriche o ibride; l’incentivo, nel caso tedesco, potrà raggiungere l’importo massimo di 9.000 euro. La misura si accompagna alla volontà di obbligare le stazioni di servizio a predisporre postazioni per “fare il pieno” di energia, nell’ottica di garantire fonti di “carburante” distribuite capillarmente.  

ricariche elettriche

Secondo BDEW, Associazione tedesca per l’industria dell’energia e dell’acqua, siamo solo all’inizio di un percorso certamente lungo. La Germania necessita di almeno 70.000 stazioni di ricarica e 7.000 stazioni di ricarica rapida per creare una massa critica di veicoli elettrici.

Proprio la mancanza di infrastrutture tese a questo obiettivo può essere una delle cause che giustificano i limitati numeri dello scorso anno. Si stima che in Germania solo l’1,8% delle auto immatricolate nel 2019 sia elettrico; una percentuale indubbiamente migliorabile anche se, a partire dai dati relativi al trend di crescita, non mancano segnali incoraggianti.

La volontà di voler stimolare la mobilità sostenibile per aiutare la ripresa economica sembra essere una ricetta condivisa da più Stati, nella speranza che la risposta sia quella auspicata. Senza dubbio incentivare l’acquisto può contribuire al perseguimento dell’obiettivo; tuttavia tutto ciò non è sufficiente. Anche dopo il momento dell’acquisto i consumatori vanno supportati tramite una rete di ricariche sparse su tutto il territorio e con la fornitura di servizi per la manutenzione, altro tema strettamente correlato al fenomeno delle auto elettriche e da non sottovalutare.

A cosa serve CercaOfficina.it?
Nel suo piccolo CercaOfficina.it vuole rendere più trasparente il post-vendita automobilistico. Puoi chiedere preventivi per la riparazione e manutenzione dell’auto, come il tagliando per intenderci; vedere le officine più vicine a te e confrontarle in base alle recensioni e alle specializzazioni; prenotare un appuntamento. Tutto in pochissimi click.

Hai tutto a portata di mano, prova a vedere come funziona

Germania verso l’obbligo di ricariche elettriche nelle stazioni di servizio ultima modifica: 2020-07-23T17:00:00+02:00 da Luca Fachechi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *