Gestione di un parco auto aziendale: il Fleet Management

Fleet Management

Per Fleet Management si intende l’insieme di attività volte alla gestione di un parco auto aziendale.

La gestione della flotta comprende diverse attività: da quelle di natura finanziaria come l’acquisto, il noleggio, la gestione del leasing, la vendita dell’usato e la stipula di assicurazioni, a quelle di natura logistica come la collocazione, il trasporto, l’assegnazione, l’autorizzazione dei guidatori.

 → Gestire la manutenzione e la riparazione di una flotta aziendale è difficile e richiede tanto tempo? Scopri il servizio gratuito di manutenzione e riparazione delle auto aziendali!

Si tratta, inoltre, delle pratiche relative al mantenimento dei veicoli come la sostituzione pneumatici, revisioni, manutenzione ordinaria e straordinaria sia per ragioni di efficienza che di sicurezza, e delle pratiche relative alla gestione corrente riguardo le tessere carburante, telepass, bollo, multe, sinistri, assicurazioni.

Il processo della gestione delle flotte

Il Fleet Management sgrava l’azienda di tutti i servizi che riguardano l’auto lasciando invariata la sua proprietà. Questa, infatti, rimane in capo all’azienda anche nel caso in cui si decidesse di appaltare ad una società esterna i servizi correlati.

L’impresa potrebbe mantenere interno il processo di gestione del parco auto, attraverso la figura di un fleet manager. Questa figura si occupa di tutto ciò che riguarda le auto aziendali in termini di manutenzione e gestione e programma i percorsi più convenienti che i dipendenti sono chiamati a fare in auto.

Altre aziende potrebbero, invece, decidere di esternalizzare questa funzione, ad esempio per ragioni di costi. Ciò ha portato alla nascita di nuove imprese, specializzate nella gestione della flotta, che si pongono come intermediari tra le aziende fruitrici ed i fornitori di beni e servizi come, ad esempio, le officine di manutenzione.

Fleet Management

I vantaggi del Fleet Management

Adottare questo tipo di gestione, sia interno che esterno, può portare diversi vantaggi tra cui un considerevole risparmio del consumo di carburante. Questo costituisce circa il 40% della spesa complessiva affrontata dall’azienda per il mantenimento del parco veicoli.

Il risparmio sul rifornimento di carburante può derivare da una corretta manutenzione del mezzo, come ad esempio la verifica della pressione degli pneumatici o l’usura dei componenti dei veicoli, ma anche dall’utilizzo dei servizi GPS, per il coordinamento e il monitoraggio della flotta.

Anche la scelta della tipologia di veicolo per la propria flotta incide sul risparmio totale dell’azienda. Infatti, l’adozione di veicoli elettrici e di strategie di sharing favorisce la condivisione e riduce il numero di auto presenti nel parco.

La massimizzazione della produttività dei lavoratori è un altro vantaggio da tenere in considerazione. Attraverso una gestione oculata della flotta aziendale, sia nella programmazione preventiva dei tragitti da percorrere, che per quanto riguarda la manutenzione e il turn-over delle auto aziendali, è possibile facilitare la vita in auto del dipendente e aumentarne la soddisfazione.  

Per le imprese i cui costi dei mezzi di trasporto incidono notevolmente sulle spese totali, il Fleet Management risulta, quindi, un’attività strategica in forte evoluzione che permette di ridurre i costi e aumentare l’efficienza.

Gestione di un parco auto aziendale: il Fleet Management ultima modifica: 2020-07-22T17:00:00+02:00 da Francesca Berardino

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *