Magneti Marelli: le dotazioni a Ginevra

magneti marelli

Magneti Marelli sale a bordo di molte anteprime svelate al Salone di Ginevra. La casa italiana produttrice di sistemi elettrici si è guadagnata un importante palcoscenico internazionale portando sulle auto più attese del momento le dotazioni tecnologiche più all’avanguardia.

Magneti Marelli si è aggiudicata la “fiducia” di importantissime case automobilistiche italiane: dalla Maserati con il suo primo SUV, il Levante, ad Alfa Romeo sulla nuova gamma Giulia fino alla Ferrari con la portentosa GTC4 Lusso.

Magneti Marelli: non chiamatelo quadro di bordo

Sul Levante, Magneti Marelli è andata oltre il concetto di “quadro”. L’azienda italiana ha fatto di tutto per fornire il SUV del Tridente di un sistema tecnologico puramente innovativo con delle forme circolari per il tachimetro e il contagiri; l’elemento “plus” è però costituito da un display da 7” (15: 9) chiamato TFT (Thin Film Transistor) full color con una risoluzione di 800×400 pixel.

Ma Magneti Marelli non si è fermata agli interni perchè sul Levante anche la fanaleria posteriore è griffata dai “made in Corbetta” caratterizzata da fari full LED top di gamma, che si distinguono dagli altri per la netta omogeneità di illuminazione. Il trittico è completato dalle componenti per le sospensioni.

magneti marelli ginevra
I fari posteriore del Levante sono prodotti da Magneti Marelli
fonte: omniauto.it

Magneti Marelli: sue anche Giulia e GTC4 Lusso

Alfisti e non, forse, lo sapranno già ma Magnetti Marelli aggiungerà un tocco ancor più “tricolore” all’auto più attesa del Biscione: la Giulia. Di cosa si tratta? Fari alogeni o Xenon adattivi, fanali posteriori a LED, il sistema di Infotainment con tanto di display TFT fino a 8,8” con un effetto black panel che presuppone una tecnologia detta di optical bonding mirata ad una migliore leggibilità dello schermo. Questo il biglietto da visita di Magneti Marelli e Ginevra è la passerella ideale dove far sfilare la Giulia.

Ma non si ferma qui l’idea di aumentare sempre di più il numero di vetture che si affidano alla casa italiana: Magneti Marelli si aggiudica anche la più adocchiata, la più lussuosa amante italiana che ogni automobilista vorrebbe nel suo garage: rossa fiammante, sul cofano un cavallino… É lei, la Ferrari GTC4 Lusso (clicca qui per scoprirla meglio) che monta alcune componenti come il kit idraulico e la centralina di gestione della trasmissione Dual Clutch ed il Body Computer.

FCA con Magneti Marelli: che duetto a Ginevra

Tante le novità Fiat per il Salone di Ginevra: la Fiat 124 sfodera il  sistema di scarico per la motorizzazione 1.4 turbo Multiair e di diversi componenti Powertrain, come l’ECU (centralina elettronica di controllo motore), i collettori di aspirazione, il corpo farfallato e iniettori benzina per la stessa motorizzazione.

Ma occhio alla Tipo dove Marelli ha lavorato molto sul powertrain per il 1.6 benzina fornendo la centralina-motore, la farfalla motorizzata e i sensori, mentre sul 1.6 diesel “made in Marelli” sono il collettore di aspirazione e la farfalla motorizzata.

Due le vetture equipaggiate con un quadro di bordo dimostrativo, realizzato ad hoc da Magneti Marelli: sugli schermi TFT della Fiat 500S, e della Jeep Renegade Trailhawk sono ben distinguibili le varie funzionalità che il display, tramite il sistema, offre al conducente.

Ti potrebbe interessare anche...

Magneti Marelli: le dotazioni a Ginevra ultima modifica: 2016-03-14T11:03:43+00:00 da Davide

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *