Manutenzione auto: parte la videosorveglianza

manutenzione

Dal 1° gennaio cambiano le regole in materia di manutenzione auto e moto: arriva l’occhio del “Grande Fratello”. La procedura dovrà essere effettuata tramite videosorveglianza e comunicata in tempo reale alla Motorizzazione.

La richiesta, negli anni, è stata sollevata a gran voce da tutti gli operatori del settore che hanno lavorato onestamente, a fronte di revisioni fatte in maniera superficiale. Finalmente sono stati ascoltati.

Con l’arrivo del nuovo anno la revisione eseguita sull’autovettura dovrà essere effettuata tramite videosorveglianza, comunicata in tempo reale alla Motorizzazione Civile e quindi strettamente monitorata, così come previsto dal nuovo protocollo per le revisioni denominato MCTCNET2.

Questo nuovo sistema informatico, studiato per impedire la crescita di qualsiasi genere di vizio in questo settore, prevede proprio l’utilizzo di telecamere costantemente puntate sulla targa del mezzo che registrano tutti i vari controlli effettuati, archiviandoli in tempo reale nel CED della Motorizzazione.

Al termine delle normali operazioni, il computer del Ministero dei Trasporti elaborerà i dati raccolti in real time al Centro Elaborazione Dati (CED) del Dipartimento per abilitare la stampa del “bollino adesivo”, che andrà poi applicato alla carta di circolazione.

La dead line per adeguarsi a questo nuovo sistema è il 1° novembre 2015. Lo scopo di tutte queste modifiche alle procedure di manutenzione è quello di rendere più difficile, ai soliti ‘furbetti’, rilasciare le cosiddette ‘revisioni facili’, con il vantaggio di una maggior trasparenza, credibilità e, soprattutto, in una maggiore sicurezza della nostra rete stradale e autostradale.

Cosa comporterà la nuova normativa ?

“Innanzitutto – fa sapere Roberto Bottan Presidente sia degli Autoriparatori sia della CGIA – ci sarà una maggiore sicurezza dei dati, un’imparzialità dei risultati e uno stop alle frodi sulle revisioni. L’introduzione della tecnologia per controllare le revisioni dei veicoli comporterà, infatti, l’impossibilità da parte degli operatori di modificare un eventuale esito negativo della stessa”.

Cosa deve fare quindi il proprietario di un’auto o di una moto ?                                        

“Diventa fondamentale far controllare i propri mezzi dal meccanico di fiducia – conclude Bottan – mantenerli efficienti ed essere certi della funzionalità prima di portarli in sede di revisione”.

Manutenzione auto: parte la videosorveglianza ultima modifica: 2014-12-19T11:10:04+01:00 da Emanuele Vignati

Leave a Reply

Your email address will not be published.