Manutenzione del servosterzo: come farla correttamente?

Manutenzione Del Servosterzo

Saper come effettuare una corretta manutenzione del servosterzo della propria auto è di importanza fondamentale. Questo perché esso garantisce la sicurezza dei passeggeri e dell’autista, oltre che essere un elemento che permette una guida confortevole e smart.

Ma prima di capire come effettuare la manutenzione, capiamo insieme cos’è e a cosa serve il servosterzo.

Cos’è il servosterzo e quali tipi esistono

Il servosterzo è un impianto che ormai è montato su qualsiasi tipologia di automobile. La sua diffusione è data dalla garanzia di sicurezza che offre, grazie alla sua capacità di trasmettere efficacemente all’impianto sterzante qualsiasi manovra eseguita sul volante. Questo permette anche maggior confort di guida, perché consente di muovere le ruote esercitando il minimo sforzo. Ciò rende le manovre più precise e agevoli soprattutto in fase di parcheggio.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Esistono due tipologie principali di servosterzo: quello elettrico e quello idraulico.

Il primo prende il nome dal motorino elettrico che utilizza per compiere i movimenti. Grazie all’aiuto di una centralina, questo servosterzo si basa su delle informazioni derivanti dai sensori e assiste la manovra. Un limite di questa tipologia è che essa è dipendente dalla velocità con cui si esegue l’azione: più è alta la velocità d’esecuzione, meno il servosterzo elettrico è efficace nel suo compito di assistenza alla sterzata.

Il servosterzo idraulico, invece, deve il suo nome al fatto che tutto l’impianto è basato sulla presenza di un olio specifico, il quale è contenuto in un apposito contenitore, che viene mosso grazie ad una pompa in base alla manovra eseguita.
Questa tipologia di servosterzo non è più molto in uso perché purtroppo risulta troppo pesante e assorbe molta più energia rispetto a quello di tipo elettrico.

In entrambi i casi, gli ingranaggi dell’impianto sono lubrificati grazie ad un apposito olio, detto olio del servosterzo. Per eseguire la manutenzione del servosterzo, quindi, è necessario controllarne il livello, affinché non vengano danneggiati gli ingranaggi.

Manutenzione del servosterzo

Come eseguire una corretta manutenzione del servosterzo

Compresa l’importanza del servosterzo, bisogna prendersene cura ed eseguirne periodicamente un controllo per assicurarsi che esso funzioni al meglio.

La prima operazione da fare è posizionare l’automobile in piano, così da verificare il livello dell’olio a occhio nudo senza il supporto di macchinari tecnici.

Assicurati di svolgere il procedimento a motore freddo, per evitare pericolose bruciature. Ricorda, inoltre, di indossare guanti per la protezione delle mani.

A questo punto è necessario aprire il cruscotto e individuare il contenitore dell’olio indicato con il simbolo del servosterzo. Sul tappo del serbatoio è posizionata un’asticella, che servirà successivamente per misurare effettivamente il livello dell’olio. Svita il tappo, pulisci l’asticella e infilala nel serbatoio.

Una volta estratta l’asticella, controllane il livello che deve essere compreso tra il MIN e il MAX. Se dovesse risultare insufficiente, procedi con il rabbocco.

Ricorda che esistono diverse tipologie di olio del servosterzo di varie viscosità e costi. Per sapere qual è il più indicato alla propria auto, è bene controllare sempre il libretto di manutenzione del veicolo.

Chi te lo fa fare?
Di trovare un’officina su CercaOfficina.it e non affidarti sempre ai soliti consigli? Nessuno, in effetti: però se tutti gli automobilisti pensassero che serve a niente, noi non esisteremmo. Magari potresti trovare una struttura ancora più vicina a te. O magari una più specializzata. Magari potrebbe valerne la pena, usare CercaOfficina.it.

Provaci, mettici alla prova

Manutenzione del servosterzo: come farla correttamente? ultima modifica: 2021-07-16T12:31:18+02:00 da Stefania Ubezio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *