Matera, la città della dolente bellezza

Matera, la città della dolente bellezza

“La prima volta che l’ho vista, ho perso la testa, perché era semplicemente perfetta”. Questo è ciò che diceva Mel Gibson negli anni duemila, dopo aver girato il film La Passione di Cristo. Tra un set e l’altro lui di location ne ha viste parecchie ma Matera lo ha colpito nel profondo, come colpisce chiunque si rechi verso questo luogo di culto della bellezza umana. La città, o meglio la Civita ed i Sassi, come viene chiamato il centro storico, è stata casa di tante culture che si sono succedute nei millenni lasciando una traccia indelebile scolpita nella roccia.


>>Cerchi un’officina nella tua zona? Clicca qui, facile e veloce!


I sassi di Matera

Matera
www.talentilucani.it/sassi-matera/

Il motivo per cui Matera attrae visitatori da tutto il mondo è la sua architettura stessa, che la rende unica. La città è scavata sul dorso e all’interno delle rocce tufacee delle montagne. Il risultato consiste nella forma indescrivibile che caratterizza le abitazioni e tutte le strutture cittadine. Si tratta di un luogo fuori dal tempo, dove si sovrappongono le impronte di tutte le epoche che lo hanno attraversato, dal paleolitico alle chiese dell’epoca cristiana sino ai giorni nostri. La città è su più livelli. Nelle profondità vi sono i cunicoli più antichi, completamente visitabili, come le cosiddette cisterne, enormi cavità scavate per far fronte alla scarsità d’acqua che nel medio evo affliggeva la popolazione. La città in superficie è invece quella correntemente abitata dai residenti, che continuano a vivere in tradizionali case di tufo ereditate dai loro avi.

Matera
www.altieriviaggi.it

Visitare Matera

Sicuramente la prima attrazione da vedere sono i Sassi, per poi andare verso il centro, che è un susseguirsi di strette vie e piazze ornate di palazzi, fino ad arrivare all’antica cattedrale. Fuori dalla città c’è il parco della Murgia, un vero e proprio canyon “bucherellato” da quelli che una volta erano gli insediamenti più antichi, con 150 chiese rupestri. Matera è anche al passo coi tempi: il Musma, il museo d’arte moderna, è paradossalmente anch’esso scavato nella roccia, creando un contesto incredibile. Per quanto concerne il cibo, a Matera potete gustare i genuini piatti della tradizione; consigliamo la pignata, una zuppa di carne e verdure cotta in una pentola di terracotta. Per respirare al pieno la tradizione, dovete assolutamente alloggiare in uno dei maglifici Hotel o B&B incastonati dentro la montagna.

Matera è vicina al mare e a solo un’ora da Bari, cosa che la rende una destinazione perfetta da visitare d’estate. Speriamo di avervi ispirato su come colmare le vostre (giustamente!) oziose giornate estive. Come al solito vi diamo appuntamento tra una settimana con l’ennesimo consiglio per le vacanze.

Ti potrebbe interessare anche...

Matera, la città della dolente bellezza ultima modifica: 2018-07-23T17:03:14+00:00 da Gianluca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *