Mobilità elettrica: qual è la durata reale di una batteria?

mobilità elettrica: durata reale di una batteria

Batteria, punto di forza e tallone di Achille per le auto elettriche, sopratutto in termini di durata.

Le auto elettriche, da sempre silenziose, ecologiche e mano mano più performanti, hanno un punto debole: la durata della batteria.

Le batterie delle auto elettriche, oltre ad essere molto costose, possono determinare l’autonomia e la stessa durata delle vetture.

Vediamo insieme qual è la vita reale di una batteria e come fare per aumentare la sua durata.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Durata batteria: come calcolarla?

Ogni batteria agli ioni di litio ha una vita che varia tra 1.000 e 1.500 cicli di ricarica, ipotizzando che questi vengano fatti per mantenere una capacità di circa l’80 per cento. Più la batteria è potente (quanti più kWh ha), meno sarà la frequenza di ricarica, con il risultato di avere una durata più lunga.

Ma facciamo un esempio concreto per capirci meglio.
Prendiamo una Bmw i3 con una batteria da 22 kwh, una distanza media percorsa di 250 km per ogni pieno di energia e 1.000 ricariche. La sua batteria può arrivare ad una vita di almeno 250.000 km. A questo proposito, bisogna notare che sono 50.000 km in più di un equivalente modello termico.

Ancora meglio, una Volswagen ID.3, con batteria da 77 kWh, una autonomia di 500 km e 1.500 ricariche può addirittura arrivare a percorrere 750.000 chilometri prima di dover cambiare la batteria.

Tutto questo a patto che venga sempre gestita nel modo più corretto, vediamo insieme come fare.

Mobilità elettrica: durata reale di una batteria

I consigli per aumentare la vita della batteria

Per garantire la massima efficenza nel tempo è sempre meglio non far scendere il livello di carica al di sotto del 10% e di non scollegare l’auto fino a che non si sia raggiunto almeno il 90%.

Altro consiglio, che non molti apprezzeranno, è quello di ricorrere quanto più possibile alla ricarica lenta e di riservare la ricarica veloce solo in casi di vera necessità. Nonostante possa essere frustrante, questo può preservare notevolmente la batteria.

Hai mai ricevuto la newsletter di CercaOfficina.it?
Chi la riceve sembra apprezzarla molto. Arriva tutti i lunedì, per iniziare bene la settimana. Arriva a chi si iscrive. È gratis, sai? Ma arriva anche a chi ha utilizzato CercaOfficina.it per confrontare preventivi per la riparazione e manutenzione dell’auto. Ci piace avere un occhio di riguardo per chi ci ha dato fiducia.

Provalo anche tu, è molto facile e veloce

Mobilità elettrica: qual è la durata reale di una batteria? ultima modifica: 2021-12-07T09:00:00+01:00 da Alessia Berteletti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *