Sicurezza stradale: la campagna di ACI

sicurezza stradale: la campagna di aci

Dal palco del Giro d’Italia, l’ACI ha lanciato “#rispettiamoci“, la sua nuova campagna di sensibilizzazione verso gli utenti della strada più vulnerabili (pedoni e ciclisti). Il messaggio di sensibilizzazione “sulle strade bisogna rispettarsi”, viene condiviso anche dalla Federazione Ciclistica Italiana e dal Comitato nazionale per la sicurezza stradale.

 →Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Lo scopo della campagna

In questa occasione, ACI ha deciso di collaborare con l’organizzazione del Giro d’Italia. Durante la 102esima edizione della manifestazione, sono stati trattati temi di sicurezza stradale per automobilisti, ciclisti e pedoni. Secondo alcune statistiche, si è verificato un aumento di persone che si muovono in bici sulle strade; l’incremento è dovuto alla spinta verso una mobilità più integrata tra i diversi mezzi. Tuttavia, ciò ha generato un incremento di incidenti tra auto e bici.

Ogni anno si verificano più di 17.000 sinistri che coinvolgono biciclette e causano morti e feriti. Per questo motivo, ACI cerca di diffondere una maggiore consapevolezza e rispetto del codice della strada.

la campagna di ACI sulla sicurezza stradale
Photo by: Vasto Web

Migliaia di appassionati del Giro d’Italia hanno accolto l’appello di ACI e hanno sostenuto la campagna anche sui social attraverso l’hashtag “#rispettiamoci”. Anche molti sportivi – tra cui Vincenzo Nibali e Valentina Vezzali – hanno condiviso l’iniziativa.

Le 10 regole

Per l’occasione, sono state pensate 10 regole per la mobilità sicura, ripartite equamente tra automobilisti e ciclisti. I doveri degli automobilisti sono:

  • rispettare i ciclisti, utenti della strada vulnerabili;
  • mantenere una distanza adeguata dai ciclisti, soprattutto in sorpasso;
  • non superare una bicicletta per poi svoltare a destra;
  • prestare attenzione agli specchietti laterali;
  • prima di aprire lo sportello, guardare chi sopraggiunge.

Invece i ciclisti devo impegnarsi a:

  • controllare lo stato e l’efficienza della bici;
  • rendersi sempre visibile, soprattutto di notte;
  • rispettare le regole della strada, procedendo in fila e magari nelle corsie riservate;
  • non usare auricolari o cellulari in sella;
  • indossare il casco e vestirsi in modo adeguato.

Ti potrebbe interessare anche...

Sicurezza stradale: la campagna di ACI ultima modifica: 2019-05-30T16:35:31+00:00 da Elena Bertinazzi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *