Multe ai semafori: è automatica se ti fermi oltre la riga

multe automatiche

Le multe che scattano in automatico ai semafori sono uno dei temi più discussi e odiati dagli automobilisti, visti i possibili abusi cui si prestano.

A seguito di una serie di processi penali aperti anni fa sui controlli automatici col rosso ai semafori, vi sono stati importanti cambiamenti alle norme che regolano la materia.

In particolare, l’art 41 del Codice della strada, prevede l’impossibilità di superare la linea bianca trasversale disegnata sull’asfalto qualora la luce del semaforo sia rossa, salvo il caso in cui non ci siano condizioni di sufficiente sicurezza per arrestarsi al momento in cui è scattato il giallo.

Multe in automatico

Nel quadro normativo di riferimento, occorre menzionare l’art. 120/2010 che ha aggiunto al comma 1-bis dell’articolo 201 il comma g-bis una lista delle infrazioni per cui la multa è automatica, stabilendo come unica condizione che le apparecchiature per rilevarle (il cd “velocar”) debbano essere approvate dal Ministero delle Infrastrutture.

In questa lista troviamo il sorpasso vietato, l’attraversamento di un incrocio col rosso e il superamento della striscia di arresto.

Sebbene questo sistema possa sembrare efficace e in grado di garantire una maggiore sicurezza stradale, i suoi modi di funzionamento non tengono conto del contesto di riferimento, sfociando spesso in multe da parte di conducenti che non hanno condotto infrazioni, o ne hanno condotte, ma di più lievi.


>> Cerchi un’officina? Clicca qui e confronta preventivi gratuiti per la manutenzione della tua auto!


Casi di multe ingiuste

multe
fonte:thesun.co.uk

Tra i casi più emblematici c’è sicuramente quello in cui il conducente sia stato costretto ad oltrepassare la linea d’arresto a causa dell’arrivo di un mezzo di soccorso con le sirene accese. Occorre menzionare, infatti, che per presentare ricorso in questi casi è necessario che gli apparecchi abbiano rilevato una foto in cui sia ben visibile il mezzo di soccorso, pena l’impossibilità di dimostrarne la veridicità.

Tuttavia questa condizione è poco probabile, visto che le apparecchiature sono programmate in modo tale da inquadrare solo l’auto e il semaforo, e diversi sono i conducenti che pur avendo rispettato il codice stradale sono incorsi in una sanzione.

Altro caso dubbioso è quello in cui il conducente abbia sbagliato corsia in cui incolonnarsi (non necessariamente volontariamente, vista spesso la mancanza di segnaletica) e si veda costretto a cambiare corsia all’ultimo, incorrendo in una sanzione.

Inoltre, come per il caso precedente, occorre distinguere coloro che oltrepassano la riga di arresto di pochi centimetri a causa di un errore di calcolo della distanza, da coloro che furbamente tentano di sorpassare il semaforo con il giallo, accorgendosi troppo tardi di non farcela e fermandosi diversi metri dopo la riga.

Ti potrebbe interessare anche...

Multe ai semafori: è automatica se ti fermi oltre la riga ultima modifica: 2018-03-05T17:19:18+00:00 da Armando Di Santo

One thought on “Multe ai semafori: è automatica se ti fermi oltre la riga

  1. BISOGNEREBBE ANCHE CHE LA LINEA DI ARRESTO SIA BEN VISIBILE DA UNA CERTA DISTANZA. SPESSO SONO CANCELLATE E NON RIFATTE E SI VEDONO A MALAPENA QUANDO SEI VICINO.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *