Nuove etichette europee carburanti: cosa cambia

nuove etichette europee carburanti
Il 12 ottobre è partita la nuova normativa europea in materia di etichette dei carburanti. L’obiettivo è quello di introdurre uno standard comunitario per gli automobilisti che si fermano a fare rifornimento. La nuova regolamentazione coinvolgerà tutti: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli, autovetture, veicoli commerciali e autobus. 
Le etichette saranno obbligatorie sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 12 ottobre e, per quanto riguarda le infrastrutture, la nuova normativa coinvolgerà quelle di ultima generazione, ovvero quelle che contemplano tutte le tipologie di carburanti alternativi. 
Le nuove etichette saranno visibili:
  • Sul tappo di rifornimento delle auto nuove;
  • Sul manuale d’uso e manutenzione cartaceo o elettronico;
  • Sulla pistola del distributore di carburante;
  • Nelle concessionarie e negli autosaloni.

Tutto ciò perché le automobili oggigiorno hanno motori molto più complessi rispetto al passato; auto a benzina o diesel moderne non sono magari compatibili con lo stesso carburante che fa funzionare auto più datate. Per questo arrivano nuove etichette, per indicare al meglio quale carburante è più adatto all’auto che stiamo guidando, soprattutto per quel che riguarda le componenti di derivazione vegetale o ottenute da fonte rinnovabili. I nomi dei carburanti non variano, viene solamente fatta maggiore distinzione tra i differenti tipi dello stesso carburante.

L’applicazione delle nuove etichette vale per tutti i 28 Stati membri dell’UE, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia.

Riparazione o manutenzione dell’auto?
Chiedi subito un preventivo gratuito nelle officine della tua zona! ⇒

LE NUOVE ETICHETTE DELLA BENZINA

Per la benzina la norma vuole che sia apposta la lettera E in un cerchio. I numeri di fianco corrispondono alla percentuale di bioetanolo, rispettivamente del 5/10/85%. Da noi è meno frequente rispetto ai Paesi in cui sono commercializzate auto con motori appositamente progettati per assimilare elevate percentuali di etanolo.

nuove etichette benzina
photo by Investire Oggi

LE NUOVE ETICHETTE DEL DIESEL

Per quanto riguarda il gasolio, le novità sono fondamentalmente le stesse della benzina. La lettera sarà però la B, a cui seguirà la percentuale di biodiesel contenuta nel carburante. Quindi vedremo le indicazioni diesel B7, B10 e B100, con i numeri che rappresentano la concentrazione di biodiesel rispettivamente del 7%, 10% e 100% (XTL).

nuove etichette diesel
photo by Investire Oggi

Con etichetta a rombo, rimarranno valide le distinzioni per riconoscere i carburanti gassosi GPL (LPG o LNG) e Metano (CNG), affiancati dove presente dall’idrogeno (H2).

nuove etichette carburanti
photo by Investire Oggi

Una serie di etichette per i veicoli elettrici e ibridi è in via di definizione.

Ti potrebbe interessare anche...

Nuove etichette europee carburanti: cosa cambia ultima modifica: 2018-10-15T16:00:05+00:00 da Chiara

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *