Peugeot: un ulteriore passo verso la e-mobility

e-mobility

La mobilità sostenibile è uno degli obiettivi verso cui tendono le novità della motorizzazione.

La “e-mobility”, termine inglese utilizzato per indicare la mobilità elettrica, è un fenomeno che fa riferimento alla diffusione delle auto elettriche, rientranti nella categoria dei veicoli ecocompatibili che riducono la produzione di CO2, contribuendo così a ridurre l’inquinamento ambientale.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Queste, oltre ad avere un impatto sulle abitudini degli automobilisti, necessitano anche infrastrutture apposite che permettano a tutti i possessori di auto elettrica di ricaricarla agevolmente alle colonnine.

Le auto elettriche potrebbero rappresentare una soluzione per la questione dell’inquinamento ambientale. Le case automobilistiche sentono l’esigenza di doversi adattare a questa nuova tendenza green” e, di conseguenza, stanno lanciando nuovi modelli che utilizzano carburanti ecologici o alimentati da un propulsore elettrico ad emissioni zero.

E-Mobility City Talk: l’evento

Cavalcando quest’onda della sostenibilità, Peugeot ha deciso di aprire, una settimana prima dell’e-Mobility City Talk, una filiale a Milano, con lo scopo di lanciare le nuove vetture elettriche e ibride. In particolar modo, la nuova Peugeot e-208 100% elettrica è stata utilizzata per introdurre il tema della mobilità elettrica all’evento tenuto proprio in Casa Peugeot il 12 novembre 2019.

L’evento è stato condotto dal giornalista e presentatore Nicola Porro. Tra gli interventi emerge quello di Valentino Sevino, Mobility Planning Area Director di AMAT (agenzia dedicata alla mobilità del Comune di Milano), tramite il quale ha dato voce al punto di vista del Comune di Milano.

e-mobility

All’evento hanno partecipato anche la giornalista Greta Mauro e il Direttore del magazine maschile di tendenze e stile GQ Italia Giovanni Audifreddi, i quali hanno raccontato la loro prospettiva sull’argomento.

Per un potenziamento della mobilità sostenibile è fondamentale la presenza di un numero di infrastrutture adatte a rispondere alla domanda crescente. Emanuele Ranieri presenta l’importanza della costruzione di una rete, come quella di Enel X, che fornisca una copertura completa. Enel X, infatti, dà sia la possibilità di installare una stazione di ricarica direttamente a casa, sia di utilizzare le stazioni aperte al pubblico.

Auto elettrica, ma anche ibrida…

Nel suo intervento, Salvatore Internullo, Direttore Generale di Peugeot Italia, ha anzitutto chiarito il tema della CO2 e dei diversi elementi inquinanti; proseguendo, ha illustrato le differenze tecnologiche tra le diverse auto elettriche:

  • Mild hybrid (il motore elettrico viene utilizzato soli in particolari momenti, come l’accensione)
  • Full hybrid (il motore elettrico viene utilizzato sia autonomamente, sia contemporaneamente con il motore termico)
  • Plug-in hybrid (il motore elettrico arriva a garantire 50/60 km di autonomia)

In alcuni casi, alla distinzione già operata da Internullo, viene aggiunta la Micro Hybrid: essa non ha un motore elettrico, ma semplicemente un impianto elettrico più efficiente.

Peugeot lascia ancora all’automobilista la libertà di scegliere quale alimentazione preferisce per la propria vettura.

L’elettrico non è un obbligo, ma una scelta sostenibile.

Ti potrebbe interessare anche...

Peugeot: un ulteriore passo verso la e-mobility ultima modifica: 2019-12-02T17:00:00+01:00 da Elisa Balzarotti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *