Suv: cambio di rotta verso il green

cambio di rotta

Mai come durante l’edizione 2019 del Salone di Ginevra è apparso chiaro che il futuro del settore automobilistico sia green. Infatti siamo testimoni di un cambio di rotta verso una maggiore sostenibilità e minori emissioni inquinanti. I produttori di auto si riscoprono sempre più attenti all’ambiente: da un lato, mossi da una normativa sempre più stringente in arrivo da Bruxelles e da diversi stati dell’Ue; dall’altro, spinti dall’acquisizione di una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente.

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

In arrivo norme più stringenti

Una delle ragioni di questo cambio di rotta è sicuramente la presa di posizione di Bruxelles in ambito di emissioni inquinanti. Infatti, entro giugno 2021 Bruxelles dovrebbe inasprire ulteriormente le normative riguardanti le emissioni di CO2, in particolar modo quelle che riguardano auto e furgoni. La normativa, su cui Bruxelles sta ancora lavorando, propone di abbassare ulteriormente la media di emissioni per chilometro. Attualmente, la normativa prevede un abbassamento da effettuare in dieci anni delle emissioni inquinanti da 95 grammi a 60 grammi. Le cose, però, potrebbero presto cambiare, vista la volontà espressa dell’Ue di andare in direzione di norme ancora più rigide e rispettose dell’ambiente.

cambio di rotta

Il settore dei SUV: uno tra i più inquinanti

In questo contesto, il settore SUV potrebbe essere colpito in modo più pesante da questi cambiamenti. Si tratta di un mercato in salute e in continua crescita con una quota che su scala globale risulta addirittura raddoppiata dal 2010 a oggi. La scelta di acquistare un SUV da parte degli automobilisti è dettata non solo da trend di mercato e mode, ma anche dal fatto che questo tipo di veicolo garantisce maggiore comodità e sicurezza rispetto ad un’utilitaria tradizionale. D’altra parte, però, è di gran lunga più inquinante di una comune auto. Infatti, i SUV sono considerati come i maggiori produttori di CO2 all’interno del settore automobilistico.

Le proposte delle case automobilistiche

Non stupisce quindi che le case automobilistiche stiano cercando di dare una svolta a questo settore, orientandosi verso una mobilità più sostenibile e green. In quest’ambito le iniziative delle case automobilistiche volte all’innovazione green sono diverse.

Per esempio, Skoda propone “Enyaq”, il primo SUV con motore elettrico della casa automobilistica ceca. “Enyaq” rientra all’interno del progetto di Skoda di investire massicciamente sul mercato delle auto elettriche. Anche Volkswagen ha in progetto un SUV elettrico, il “Volkswagen ID.4”: un SUV compatto e versatile, dall’anima totalmente green.

Il cambio di rotta del settore SUV verso una mobilità più sostenibile è un passo importante, che vede impegnate in prima linea le case automobilistiche per trovare un compromesso tra sicurezza e mobilità green. Sicuramente, è un trend da tenere d’occhio di cui si sentirà parlare in futuro.

Suv: cambio di rotta verso il green ultima modifica: 2020-03-23T17:00:00+01:00 da Miriam Salamone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *