Vacanza di Pasqua tra Bergamo e i laghi incantati

vacanze di pasqua

Vacanza di Pasqua: CercaOfficina.it torna a consigliarti idee alternative per questi tre giorni. La Pasqua è ormai alle porte. Non hai la minima idea di cosa fare durante questa vacanza di Pasqua? Vogliamo parlare del meteo che non sembra essere dalla tua parte? Le previsioni per domenica al Nord Italia non sono delle migliori e diciamocelo, l’idea di trascorrere una giornata fuori porta sotto la pioggia e il vento non è molto invitante. Ma non perderti d’animo, ci pensa “Post in the Weekend” a trovare una soluzione.

Per maggiori dettagli sul meteo clicca qui.

Forza, prepara i bagagli, spegni il telefono, prendi le chiavi e… non dimenticarti di fare il pieno alla tua auto!

VACANZA DI PASQUA: DIREZIONE LAGO DI COMO

GIORNO 1

Partendo da Milano, il nostro itinerario ti porta in direzione Nord verso uno dei principali laghi al confine con la Svizzera: il Lago di Como.

vacanza di pasqua
fonte: google maps
Tragitto Milano-Como

Considerato uno dei laghi più belli d’Italia, il Lago di Como, a pochissimi chilometri di distanza da Milano (50 circa), ti offre la possibilità di estraniarti dal lavoro e dalla città, facendo faticare la nostra amica a quattro ruote solamente per un’oretta.

COSA VEDERE

La prima tappa del viaggio è Como. La città, ricca di angoli deliziosi, monumenti e negozi, si trova in una posizione particolarmente suggestiva: affacciata sul lago e racchiusa tra dolci colline. L’itinerario inizia da Piazza Cavour. Passeggiando sul lungo lago, in direzione ovest, si trova il Tempio Voltiano all’interno del quale sono conservati i vari strumenti scientifici utilizzati da Alessandro Volta; il Tempio si trova vicina ad un imponente Monumento ai Caduti, una torre di altezza pari a ben 33 metri.

vacanza di pasqua
fonte: lintraprendente.it
La bellissima Como all’imbrunire

Proseguendo nella stessa direzione, alla sinistra si trova lo Stadio Sinigaglia, oltrepassato il quale è possibile giungere a Villa Olmo e ai suoi giardini. Costruita nel 1957, Villa Olmo aveva la funzione di collegamento tra alcuni edifici patrizi.

I giardini mostrano un’architettura in perfetto stile classico italiano con grandi aiuole e statue di divinità pagane. Al centro dei giardini è possibile scorgere una grande fontana raffigurante un mostro marino in lotta con tre putti.

Inoltre, oltre la Villa si estende un grande parco in stile inglese, dalle forme informali e irregolari all’interno del quale si trovano piante di pregio, tra cui platani e un faggio rosso, e un piccolo tempio neoclassico.

Tornando verso Piazza Cavour e proseguendo lungo Viale Geno è possibile giungere all’omonima villa settecentesca, la cui eleganza non può non lasciarti meravigliato: Villa Geno. Location esclusiva per organizzare matrimoni o importanti eventi, la villa si affaccia proprio sul lago di fronte alla maestosa fontana il cui getto d’acqua raggiunge i 30 metri.

DOVE MANGIARE

Giunta l’ora di pranzo, dopo una lunga passeggiata mattutina, è arrivato il momento di ristorarsi. Tra i vari locali, ci sentiamo di consigliarti il ristorante/pizzeria Al Lungolago che, come suggerisce il nome stesso, affaccia proprio sul bacino.

Il menù è molto ampio e varia da piatti di pesce o di carne, tra i quali è possibile assaggiare tradizioni del lago come il risotto al pesce persico, a numerose pizze. I prezzi sono decisamente onesti: un ottimo compromesso per mangiare bene, non spendere molto e non perdere tempo.

COSA VEDERE

L’itinerario che CercaOfficina.it vuole proporti con la sua rubrica “Post in the Weekend” per questa vacanza di Pasqua prevede per la seconda parte del primo giorno due diverse alternative.

Per gli amanti della collina, dei boschi e dei sentieri, Como offre la possibilità di uscire dal centro della città e di raggiungere il centro turistico di Brunate, situato in una posizione dominante a 715 metri d’altezza. La cittadina è raggiungibile sia in macchina sia per mezzo della funicolare che si trova proprio vicino al ristorante verso Viale Geno.

vacanza di pasqua
fonte: comocity.cit

Brunate viene spesso chiamato il “balcone” delle Alpi poiché offre uno stupendo panorama su Como, il lago, la pianura lombarda, gli Appennini, le Alpi, il Monviso e il Monte Rosa. A piedi lungo un sentiero o prendendo un bus di linea, è possibile raggiungere San Maurizio, dove si trova un parco pubblico e l’altissimo Faro Voltiano. Il faro ha una struttura a torre ottagonale, al centro della quale vi è una scala a chiocciola di ben 143 gradini.

La fatica verrà comunque ripagata dalla meravigliosa vista che ti verrà offerta dalla piazzola posta al termine della scalinata.

Continuando lungo una strada asfaltata si può raggiungere la capanna “CAO” e il santuario di San Rita, il più piccolo d’Europa, dal quale si raggiungono diverse baite. La scelta ora è duplice: puoi decidere di tornare verso Como in funivia oppure di percorrere due diversi sentieri: il primo costeggia la funivia; il secondo, invece, si addentra maggiormente nella natura, offrendo panorami suggestivi, e passa per l’Eremo di San Donato, in passato convento di frati Benedettini.

Diversamente, se sei amante dell’acqua, Como ti darà la possibilità di fare un’escursione in battello. In questo caso bisogna recarsi nuovamente in Piazza Cavour, anch’essa non lontano dal ristorante “Al Lungolago”, dove si trovano i battelli che partono verso differenti mete.

Tra queste ci sentiamo sicuramente di consigliarti Bellagio. Noto anche come “La Perla del Lago“, il piccolo borgo è situato al bivio tra i due “rami” del lago ed è percorso da numerosi vicoli sui quali si affacciano piccoli negozietti della tradizione locale.

vacanza di pasqua
fonte: larionews.com

DOVE MANGIARE

Tornati in centro città, CercaOfficina.it ti vuole portare fuori a cena per concludere al meglio la prima giornata di questa vacanza di Pasqua. Ti vogliamo consigliare di addentrarti maggiormente nella città per scoprire il fascino e la magia che è in grado di offrirti nel buio della notte e di recarti presso la Locanda Barbarossa.

Anche in questo caso le tue scelte possono spingersi verso ottime pizze oppure verso abbondanti pietanze di carne o di pesce servite in maniera molto semplice ma con prodotti freschi e di qualità. La Locanda Barbarossa è sicuramente un locale piccolo e molto intimo, dalla struttura particolarmente caratteristica poiché costruito con sassi di Moltrasio e in grado di offrire un perfetto equilibrio qualità/prezzo.

DOVE DORMIRE

Nella speranza che ti possa sentire il più appagato possibile per aver deciso di trascorrere la tua vacanza di Pasqua fuori casa, vogliamo infine proporti un B&B in centro città, non lontano dal ristorante, in maniera tale che tu possa trovare immediatamente dove recuperare le energie.

Puoi recarti presso Il Vecchio Borgo Relais, le cui camere sono complete di ogni confort, dalla TV al Wi-Fi, dalla cassaforte al frigo-bar. Un location intima e molto semplice in cui è possibile soggiornare a partire da 60€.

Domani è Pasqua. Ci sposteremo di poco, restando comunque in Lombardia. Bergamo è la nostra prossima destinazione.

VACANZA DI PASQUA: GLI SGUARDI DI BERGAMO

GIORNO 2

Buongiorno da “Post in the Weekend”! Com’è andata la gita del sabato a Como? Speriamo bene, perchè oggi vogliamo replicare con un giorno all’insegna dello svago e della cultura.

Ma attenzione, oggi non è un giorno qualunque, e se stai leggendo questo post certamente avrai seguito i nostri consigli e il nostro itinerario di viaggio marchiato CercaOfficina.it. La seconda tappa per la vacanza di Pasqua perfetta, è Bergamo.

Il tragitto che separa Bergamo da Como è di circa 1.30 h, ma se sei abituato a “viaggiare con noi”, la tua auto ti farà da ottima compagna di viaggio. Ma certo, non ci siamo dimenticati della tua lei, o del tuo lui o di quella creatura che ti guarda di sottecchi dal sedile posteriore chiedendoti ogni volta quanto manca all’arrivo, e questa gita fuori porta è stata organizzata anche per le persone che ti accompagnano nella vita di tutti i giorni.

vacanza di pasqua
fonte: ilh.com
La vista d’insieme della città di Bergamo

Bergamo ha molto da offrire, è una città spesso sottovalutata dai turisti (forse più da quelli italiani che stranieri) ma che in realtà nasconde tra i suoi bastioni, le sue vedute e il suo fascino di “cittadella d’altri tempi” quel tocco da femme fatale che ti guarda silenziosa e ti studia, per poi colpirti al cuore e alla mente.

Per prima cosa cercate un parcheggio nelle vicinanze della Bergamo Bassa, in zona Stadio o Croce Rossa (sono quelli più agibili), e dirigetevi verso la parte della città più affascinante: Bergamo Alta. Non potete fare a meno di consultare la “Guida agli accessi alla Bergamo Alta” disponibile in qualsiasi edicola della zona e percorrete la camminata che porta ai piani alti tramite una delle innumerevoli viuzze antiche e scalinate (scorlazzini) che si inerpicano l’una con l’altra.

Ti domanderai: “devo fare fatica anche il giorno di Pasqua?” Ma la nostra risposta è che la fatica delle gambe sarà ricompensata dallo stupore degli occhi.

Bergamo infatti è la città dai mille panorami . Il suo assetto urbanistico e la conformazione del territorio circostante fa sì che lo sguardo possa perdersi facilmente tra scorci e belvederi. Percorrendo i bastioni della Bergamo Alta, da qualsiasi punto la si guardi si apre davanti agli occhi un paesaggio da brividi sulla città bassa. Il senso di pace che circonda queste zone crea un’atmosfera magica e davvero suggestiva.

vacanza di pasqua
Una vista d’insieme della Piazza Vecchia

Nonostante l’assenza dei monumenti medievali che sono parte integrante della parte superiore di Bergamo, la città bassa, più “moderna” aiuta a tornare per un momento alla realtà, laddove passato e presente si fondono continuamente a pochi metri di distanza l’uno dall’altro.

Lo “sguardo verso il vuoto” abbraccia tutta la città diradandosi poi nel verde della campagna circostante. La natura entra prepotentemente in un pezzo di storia italiana, la città di Bergamo Alta è punteggiata di terrazzamenti e orti che ne segnano l’intero percorso.

COSA VEDERE

Bergamo è uno dei pochi comuni d’Italia che possiedono ancora un centro storico completamente circondato da mura costruite nel XVI secolo durante la dominazione veneziana. Bergamo Alta è conosciuta per i suoi punti di maggiore interesse che spaziano dalla Piazza Vecchia nella quale domina la fontana Contarini, il Palazzo della Ragione, la Torre civica conosciuta come il Campanone che, ancora oggi, mantiene una tradizione tramandata nei secoli: alle ore 22 infatti batte 100 colpi che in passato testimoniavano la chiusura dei portoni delle mura venete.

Ma il tripudio di bellezze antiche che Bergamo Alta regala viene ulteriormente arricchito da un palazzo che non può sicuramente sfuggirti: se scosti leggermente lo sguardo, dal lato opposto a Palazzo della Ragione noterai un imponente edificio di colore bianco, quello che hai davanti è Palazzo Nuovo, sede della Biblioteca Civica Angelo Mai.

vacanza di pasqua
Piazza Vecchia e fontana Contarini
fonte: dimoradelledonnole.it

Concentrati nel centro storico si trovano anche il Duomo dedicato a Sant’Alessandro con stili differenti tra interno (barocco) ed esterno (neoclassico) ed ultimato alla fine del XIX secolo. L’interno si presenta con unica navata e tre cappelle per lato. Merita un’attenzione particolare il presbitero dove al centro si trova l’altare maggiore. Interessanti i dipinti della Madonna con bambino e due colombe, il crocifisso del ‘500, il coro ligneo dell’abside.

Ma il monumento religioso che ci sentiamo di eleggere a migliore di tutta Bergamo Alta è la Basilica di Santa Maria Maggiore impreziosita sia dai portali laterali nord e sud, sia dalle pareti e dalle cantorie che ospitano arazzi di fattura medicea e fiamminga. Gli stucchi e gli intarsi lignei si alternano in in gioco di colori vario e raffinato che vantano le firme di artisti quali Lorenzo Lotto e Andrea Fantoni.

vacanza di pasqua
La Chiesa di Santa Maria Maggiore
fonte: lacooltura.com

Se durante il tour nella Bergamo Alta ti capitasse di sentire un qualche brontolio e non capissi da dove provenga, probabilmente dovresti guardare il cielo, non vorrai  farti rovinare la vacanza di Pasqua dal brutto tempo vero? (clicca qui per controllare il meteo a Bergamo) Ma “Post in the Weekend” ha pensato ad una soluzione anche se il meteo dovesse voltarti le spalle.

L’altra parte che Bergamo Alta offre ai suoi turisti è quella di Piazza della Cittadella che ospita il Museo di scienze naturali “Enrico Caffi” che ha deciso di anticipare l’orario estivo e di restare aperto in via del tutto eccezionale per il giorno di Pasqua dalla ore 10:00 alle ore 18:30, quindi potrebbe essere un’ottima idea passare qualche ora tra conoscenza, rispetto per l’ambiente e biodiversità con importanti scoperte scientifiche dal mondo animale e vegetale.

Nel caso in cui volessi  annusare i profumi e risvegliare anima e corpo insieme alla bella stagione, l’Orto Botanico sito in via Colle Aperto ti concede il “porte aperte” per una vacanza di Pasqua all’insegna della natura: dalle ore 9:00 alle ore 18:00 puoi lasciarti trasportare dalla gioia primaverile, se vuoi ulteriori informazioni clicca qui.

DOVE MANGIARE E DORMIRE

Scongiurata l’insidia meteo, sicuro che il brontolio, più che ai tuoni presagio di acquazzone, non provenisse invece dal tuo stomaco? Tranquillo, “Post in The Weekend” ha un’arma anche contro la fame che ti annebbia la vista. Bergamo ha da offrire diversi ristoranti carini ed accoglienti, senza particolari pretese ed in grado di soddisfare tutte le tasche.

Tra polenta, casoncelli, risotti e piatti di carne, il ristorante che più ci ha colpiti è “L’Antica Osteria del Vino Buono” in via Donizetti 25, facilmente raggiungibile con la funicolare. Un menù a base di piatti speciali e richiami alla tradizione, una cucina casalinga ma ricercata, prezzi assolutamente nella norma, più da osteria che da ristorante. Trovate qui di seguito il ricchissimo “Menù di Pasquaofferto a 40 €.

Ecco un breve “assaggio” della cucina:

 

Quale modo migliore per “smaltire” se non tornare piano piano verso la tua auto? Ecco che, dopo una lunga passeggiata, all’imbrunire Bergamo regala dei tramonti fantastici. Se percorri il Sentierone, che affianca l’altro polo attrattivo della città, ovvero il centro piacentiniano, noterai sicuramente il principale teatro cittadino, intitolato a Gaetano Donizetti e la Chiesa dei Santi Bartolomeo e Stefano, la Chiesa di Santo Spirito e la Cappella della Madonna del Rosario. 

Giunto alla tua auto, riposa per un attimo le gambe e passa la notte insieme a chi ami presso un comodo b&b a Bergamo Bassa, quello di Carmen, signora di grande ospitalità e  cortesia. Domani è un altro giorno, la Pasquetta passala al lago di Iseo. Con chi? “Post in the Weekend” ovviamente.

VACANZA DI PASQUA: DIREZIONE LAGO D’ISEO

GIORNO 3

L’itinerario giunge alla parte finale del percorso previsto per questa vacanza di Pasqua. Le previsioni metereologiche sembrano essere positive per questo lunedì di Pasquetta, perciò abbiamo pensato di consigliarti di spostarti nuovamente in macchina verso un altro dei principali laghi italiani: il Lago d’Iseo.

Partendo da Bergamo, il tempo necessario per raggiungere Sulzano è meno di un’ora (45 km circa). La destinazione del nostro itinerario, infatti, non è Iseo come si potrebbe pensare. L’intenzione è consigliarti di visitare Montisola (o Monte Isola), una vera e propria isola in mezzo al Lago d’Iseo raggiungibile solamente con un battello da prendere proprio a Sulzano.

Su Montisola si possono trovare piccoli borghi di pescatori che il tempo è riuscito a preservare dalla frenesia delle città. La prima località direttamente raggiungibile dal battello è Peschiera Maraglio,la più frequentata, nota per il Museo della rete e per il cantiere delle barche.

DOVE MANGIARE

Prima di continuare la visita dell’isola, ti consigliamo di prenderti una piccola pausa recandoti al ristorante/pizzeria “La Dorada Lago“, i cui piatti ricalcano la tradizione peschereccia del territorio in concomitanza con un menù di pizze cotte al forno a legna, il tutto condito da una splendida terrazza a diretto contatto con il lago. Un locale senza pretese dal giusto rapporto qualità/prezzo.

Infine, potete concludere la giornata proseguendo il tour dell’isola, rigorosamente a piedi. Oltre a Peschiera Maraglio, vi sono altri undici piccoli borghi sparsi sull’isola tra i quali ricordiamo il capoluogo Saviano, Carzano e Cure.

Anche questa settimana il tempo a nostra disposizione è terminato. E’ ora di tornare a casa nella speranza che questa vacanza di Pasqua ti possa aver dato la giusta carica per affrontare un’altra settimana di lavoro. In attesa del prossimo viaggio alla “Post in the Weekend”, cogliamo l’occasione per augurarti una Buona Pasqua.

Ti potrebbe interessare anche...

Vacanza di Pasqua tra Bergamo e i laghi incantati ultima modifica: 2016-03-25T17:16:39+00:00 da Sonia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *