Veicoli autonomi: tutto quello che c’è da sapere

Veicoli Autonomi

I veicoli autonomi sembrano essere il futuro della mobilità urbana. Molte case automobilistiche, infatti, si stanno attrezzando per poter garantire questo servizio nel futuro prossimo, mettendo già in vendita veicoli che presentano questa funzione.

Quello che fino a pochi anni fa sembrava fantascienza, oggi sta diventando realtà. Non tutti sanno, però, che la guida autonoma è classificata in vari livelli a seconda del grado di assistenza fornita all’automobilista.

Partendo dal principio: cosa si intende con il termine “guida autonoma”?

Cerchi un’officina nella tua zona?
Confrontale subito e prenota gratis un appuntamento in quella più adatta a te! →

Cosa sono i veicoli autonomi?

Con il termine “veicolo autonomo” si intende un’autovettura che presenta la capacità di sostituirsi in qualche modo al conducente.

La sostituzione può essere prevista per i compiti più semplici, come il mantenimento di una velocità costante tramite il cruise control, fino a quelli più complessi, come la guida totalmente indipendente dall’automobilista, che permette all’auto di svoltare e frenare da sola.

Ma come può un’auto fare a meno dell’automobilista?

Tutto ciò è possibile grazie ai cosiddetti sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance System), come per esempio il cruise control, il rilevatore di pedoni o la frenata d’emergenza, ossia sistemi di rilevamento degli elementi nell’ambiente intorno al veicolo. Tale rilevamento può avvenire tramite GPS, telecamere situate nel suo perimetro o scanner laser e radar che individuano un ostacolo sulla carreggiata e calcolano la distanza da esso.

Esistono, quindi, molte tecnologie che permettono l’utilizzo della guida autonoma e, grazie al loro stato di avanzamento, possono raggiungere diversi livelli di assistenza.

Ma cosa significa ogni livello?

Veicoli Autonomi

I 6 livelli di autonomia

La guida autonoma presenta 6 livelli, che vanno dallo 0 al 5, e indicano il grado di complessità dell’assistenza messa in atto.

Nel livello 0 troviamo le auto che presentano sistemi di sicurezza molto limitati e che intervengono in rare situazioni e solo segnalando all’automobilista un pericolo o un ostacolo. In questo livello, infatti, i vari sistemi non prendono mai il controllo del veicolo; al massimo possono, ad esempio, segnalare il superamento della linea della carreggiata tramite il line assist.

Il livello 1 presenta sistemi di assistenza alla guida e, oltre a segnalare la presenza di ostacoli, può prendere il controllo di sterzo e acceleratore, come avviene tramite il sistema di cruise control. Queste tecnologie sono ormai molto diffuse su tante tipologie di automobili.

Al livello 2 appartengono quei veicoli che, oltre a frenare e accelerare, sono anche in grado di seguire lo scorrimento del traffico ed evitare ostacoli. Anche questa tecnologia è già presente su molte vetture.

Nel livello 3 i sistemi possono prendere il controllo completo dell’automobile, ma devono comunque seguire le istruzioni e le indicazioni del conducente, che deve rimanere vigile e attento durante tutto lo spostamento. Questo è il livello a cui siamo arrivati in ambito automotive e che si sta diffondendo abbastanza velocemente.

I veicoli autonomi di livello 4 prevedono una guida totalmente indipendente, che esegue tutte le funzioni autonomamente senza la necessità dell’ausilio dell’autista. Il conducente può prendere il controllo dell’auto solo in casi di emergenza e, durante il tempo di spostamento, può non prestare attenzione alla strada (ad esempio guardando un film). Questa tecnologia è, ad oggi, in fase di sperimentazione, e solo poche automobili presentano già questa innovazione.

Infine, il livello 5 è il più alto grado di automazione, tant’è che all’interno dell’autovettura non sarebbero presenti pedali volante, delegando completamente il compito di guida alla vettura.

La guida autonoma è, quindi, in continua evoluzione e sviluppo. Nonostante l’attuale innovazione in ambito automotive abbia raggiunto livelli di automazione strabilianti, nei prossimi anni è prevista un’accelerazione ancora maggiore. L’obiettivo finale a cui molte case automobilistiche stanno puntando, è il raggiungimento del livello 5, assicurando sempre all’automobilista la massima sicurezza e comfort alla guida.

Dipende da te
Noi ci impegniamo ogni giorno per rendere più trasparente il settore automobilistico con l’aiuto di tanti altri automobilisti che collaborano con noi. Anche tu puoi farlo se vuoi, usando il servizio e condividendo la tua esperienza. Alla fine solo l’unione fa la forza. A meno che tu preferisca non vederci chiaro, certo.

Prova subito, vedrai

Veicoli autonomi: tutto quello che c’è da sapere ultima modifica: 2021-07-06T15:26:45+02:00 da Stefania Ubezio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *