auto
Motore   Macrocategoria : Motore

  Componente : Motore

  Tipologia Intervento : Meccanico


Descrizione
Il motore è una macchibna in grado doi trasformare l'energia in lavoro meccanico continuo. Nel caso delle auto si parla di propulsione a motore. Il funzionamento del motore a benzina 4 tempi segue quattro fasi: aspirazione, compressione, scoppio e scarico. Vediamole in breve: aspirazione> All'inizio di questo tempo il pistone si trova nel PMS Punto Morto Superiore. In questo momento la valvola di aspirazione si trova aperta ed il pistone, nella sua corsa o movimento verso il basso continua a creare un vuoto dentro la camera di combustione man mano che raggiunge il PMI Punto Morto Inferiore, aiutato dal motorino di avviamento quando mettiamo in moto il motore, o dovuto al proprio movimento una volta che si trova già in funzionamento per inerzia. Il vuoto che crea il pistone in questo tempo, fa si che la miscela aria-combustibile che invia il carburatore al canale di aspirazione penetri nella camera di combustione del cilindro attraverso la valvola di aspirazione aperta; compressione: una volta che il pistone raggiunge il PMI Punto Morto Inferiore, l'albero motore, che gira sincronicamente con l'albero a camme e che ha mantenuto aperta fino a questo momento la valvola di aspirazione per permettere che la miscela aria-combustibile penetri nel cilindro, la chiude. In quel preciso momento il pistone comincia a salire comprimendo la miscela di aria e benzina che si trova dentro il cilindro; scoppio> una volta che il cilindro raggiunge il PMS Punto Morto Superiore e la miscela aria-combustibile ha raggiunto il massimo di compressione, scocca una scintilla elettrica nell'elettrodo della candela che infiamma questa miscela. La forza dell'esplosione obbliga il pistone a scendere bruscamente e questo movimento rettilineo si trasmette per mezzo della biella all'albero a gomito, dove si trasforma in movimento rotatorio e lavoro utile; scarico> il pistone, che si trova ora di nuovo nel PMI dopo il tempo di esplosione, comincia a salire. L'albero motore che gira sincronicamente con l'albero a gomito apre in quel momento la valvola di scarico ed i gas accumulati dentro il cilindro, prodotti per l'esplosione, sono mossi per il movimento verso l'alto del pistone, attraversano la valvola di scarico ed escono verso l'esterno tramite il tubo di scappamento. Il procedimento si ripete in maniera ripetuta per tutti e quattro i cilindri fino a quando il motore verrà mantenuto acceso. Le parti principali di un motore sono: albero a camme, basamento, cilindri, cuscinetti,pistoni, testata.

Manutenzione

Per la manutenzione del motore e dei suoi componenti è assolutamente consigliato rivolgersi ad un meccanico o ad un'officina specializzata, le possibili problematiche relative al motore sono molteplici e derivano da un ampio ventaglio di fattori.

meccanico
meccanico
Gli interventi che rientrano nella categoria "interventi di meccanica" sono molteplici e variano a seconda del danno riportato dall'auto che si sottopone alla diagnosi. Il meccanico è un professionista dell'autoriparazione cioè quell'attività volta alla manutenzione e alla riparazione/sostituzione di uno o più componenti la cui efficienza sia stata compromessa da una serie di fattori. Nell'attività di meccanico rientrano tutti quegli interventi di modifica e sostituzione delle parti danneggiate e del ripristino delle stesse, installazione di nuovi e/o aggiornati componenti sull'auto di impianti e componenti fissi. Essi si estendono dai piccoli interventi di meccanica fino alla sostituzione delle parti più importanti ed economicamente onerose per gli automobilisti: motore, cinghia di distribuzione, sostituzione cambio, controllo impianto frenante e assetto. Rivolgersi ad un buon meccanico è fondamentale per allungare il ciclo vitale dell'auto mantenendo integri tutti i componenti atti alla sicurezza, all'efficienza, alle prestazioni e ai consumi, fattori indispensabili per una guida mai pericolosa per se stessi e per gli altri utenti della strada.

Seleziona il modello della tua auto

auto
FORD

La storia del marchio Ford ruota attorno alla figura del suo fondatore Henry Ford. Non si tratta di un semplice imprenditore ma di un uomo dal forte carisma, dedito al lavoro e la cui magnanimità spesso venne confusa con il filantropismo con il quale si cercava di giustificare un intento economico ben più ampio: il cosiddetto "fordismo" che a partire dal 1913 fu adottato per descrivere l'impiego della catena di montaggio nella produzione di massa. La Ford Motor Company fu fondata da Henry Ford nel 1903, ma solo nel 1919 insieme al figlio Edsel ne divenne il maggior azionista avviando quella che può essere considerata l'evoluzione automobilistica, destinata a perdurare negli anni anche dopo la sua morte che avvenne nel 1947. LO SAPEVI CHE: nel 1956 Ford è la prima casa automobilistica a ricevere il titolo di "Car of the Year" in termini di sicurezza per aver introdotto la cintura e l'imbottitura del cruscotto? Nel 1991 viene inventato il primo SUV per la famiglia: il Ford Explorer destinato alle famiglie numerose? Nel 2016 la Ford Focus RS è la prima auto della gamma ad evere l'opzione di guida Drift che è in grado di trasferire fino al 90% della coppia motore alla ruota esterna alla curva, per intraversarsi in stile Ken Block che l'ha testata insieme al team Ford?

Lista dei modelli FORD

In quale Regione cerchi la tua officina?